Lamborghini: “Costruire un cambio manuale è troppo costoso”

0
1084
(websource)

I dirigenti Lamborghini sono stati piuttosto loquaci nelle ultime settimane. Il direttore tecnico Maurizio Reggiani ha confermato che il motore V12 del marchio è qui per restare e ha anche lasciato intendere che ci potrebbe essere una versione finale dell’Aventador prima del suo debutto. Nel frattempo, il capo della Lambo, Stefano Domenicali, ha affermato che la casa automobilistica sta considerando un altro SUV per la sua gamma e più recentemente ha anche rivelato che è troppo costoso offrire un cambio manuale per le sue supercar.

Domenicali è stato intervistato da Jonny Lieberman di MotorTrend e i due argomenti discussi “su Lamborghini naturalmente, ma anche il mondo delle auto in generale“. Quando il nostro collega ha chiesto al CEO di Lambo perché non c’è nessuna opzione manuale sia per Aventador che per Huracan, il capo ha spiegato che sarebbe costato troppo per costruirne una.

Com’è possibile anche quando si è un marchio del Gruppo Volkswagen? Facciamo un po’ di matematica. Anche se Lamborghini ha addebitato ai clienti un premio di 25.000 dollari per un’edizione limitata di 200 Aventadors con cambio manuale che significherebbe che il marchio raccoglierà altri 5 milioni di dollari. Questa è una cifra impressionante, ma “non sarebbe nemmeno lontanamente sufficiente a coprire i costi” per sviluppare un cambio automatico a sette marce della supercar o per trasformare l’automatico a sette velocità della supercar in manuale. E poiché l’Aventador è così meccanicamente unico, il Gruppo Volkswagen non ha un manuale di dimensioni adeguate.

Per quanto riguarda l’Huracan, ha detto Domenicali, si basa sull’Audi R8, che aveva un manuale come la Gallardo, il predecessore dell’Huracan. Purtroppo, questo cambio a sei marce è fuori produzione da molto tempo e costerà una fortuna ricominciare a costruirlo. In poche parole, Lamborghini vorrebbe offrire ai suoi clienti un cambio manuale, ma non può.