Gigi Dall’Igna (Getty Images)

MotoGP | Guerra tra KTM e Ducati, Leitner: “Dall’Igna si crede più intelligente di noi”

Per molti è un genio, per alcuni nel paddock è solo il solito furbo italiano. Gigi Dall’Igna continua a far discutere in MotoGP per la sue trovate aerodinamiche che stanno spingendo l’asticella della competitività in questo sport a livelli davvero estremi. La cosa non piace a tutti e in Qatar sono apparse le prime crepe tra Ducati e gli altri team.

Come riportato da “Speedweek”, il direttore tecnico KTM, Mike Leitner ha così affrontato la questione: “A dicembre uno spoiler sotto il forcellone non sarebbe stato autorizzato, ma otto giorni prima del primo GP in Qatar all’improvviso non aveva più funzioni aerodinamiche ma serviva per raffreddare i pneumatici. Anche un bambino si rende conto della deportanza generata per l’installazione di un’appendice sotto il forcellone. Se Gigi Dall’Igna crede di essere più intelligente di noi non posso farci niente”.

Se sei interessato a tutti gli aggiornamenti sulla MotoGP CLICCA QUI

Costi troppo elevati per la galleria del vento

Il direttore tecnico del marchio austriaco ha poi continuato: “I costi sfuggirebbero di mano, un giorno nella galleria del vento ora costa 20mila euro, ma le gare non migliorerebbero, sarebbe peggio per lo sport”.

Infine Leitner ha così concluso: “La Ducati protesta sempre contro una serie di regole stabili. Abbiamo costruito i prototipi 2019 basati sulle linee guida aerodinamiche di dicembre, la Ducati continua ad ingannare e convincere il direttore tecnico della FIM ad adottare una nuova versione delle regole”.

Antonio Russo