(websource)

Dopo aver lanciato una versione ibrida plug-in dell’X1 in Cina nel settembre 2016, BMW introduce ora una variante riveduta del veicolo che porta il nome X1 xDrive25Le. Stranamente, l’azienda bavarese non è pronta a rilasciare immagini ufficiali e ha dichiarato che mostrerà l’auto alla prossima Auto Shanghai 2019 il mese prossimo.

Fortunatamente, BMW è lieta di parlare delle prestazioni e delle caratteristiche di efficienza del plug-in X1. Si basa sul modello LWB e dispone di una tecnologia a batteria intelligente che consente un’autonomia di 110 chilometri con energia puramente elettrica. Inoltre, dice BMW, il consumo di carburante combinato del SUV “è ora inferiore di circa il 72 percento rispetto a prima“.

Il PHEV X1 nasconde un nuovo pacchetto di batterie agli ioni di litio ad alta tensione con una maggiore capacità e un rapporto di 8:1:1:1 di nichel, cobalto e manganese, il che significa che l’uso del nichel si espande maggiormente. Questo aumenta la densità e porta anche ad un minore utilizzo del cobalto. Il produttore spiega che l’aumento delle dimensioni del pacco batterie si traduce in un aumento di peso di soli 2,5 chilogrammi.

La batteria funziona in tandem con un motore turbo a tre cilindri da 1,5 litri, che aziona le ruote anteriori e un motore elettrico che fornisce potenza all’asse posteriore. La potenza erogata è pari a 231 cavalli con una coppia massima di 382 Newton-metri. Il powertrain utilizza un cambio automatico a sei marce e fornisce un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 7,4 secondi.

BMW costruirà il nuovo X1 PHEV presso lo stabilimento BMW Brilliance Automotive di Tiexi a Shenyang, in Cina.