(websource)

Adesso che le novità presentate al Salone dell’automobile di Ginevra 2019 sono terminate, è giunto il momento di guardare al prossimo ciclo di grandi eventi automobilistici.

Il primo ad arrivare è lo Shanghai Motor Show di aprile, in cui alcuni dei più grandi produttori di cui non avete mai sentito parlare esporranno i loro modelli più recenti insieme ai marchi occidentali desiderosi di spaccare il mercato automobilistico più redditizio del mondo.

L’edizione 2019 è particolarmente significativa, con un numero crescente di modelli cinesi in fase di preparazione per i lanci europei e i produttori globali come Volkswagen che si aggiungono alla loro gamma di modelli adattati specificamente per la vendita in Cina.

Qui di seguito, diamo un’occhiata a cosa aspettarci dal salone prima dell’apertura delle porte il 16 aprile.

Il futuro elettrico di Audi

Audi svelerà una concept car che anticipa il futuro a lungo termine del suo design. Come il duo radicale Aicon ed Elaine rivelato nel 2017, il concept guarderà avanti “10 o 15 anni”, secondo il responsabile del design aziendale Marc Lichte.

I dettagli rimangono scarsi, ma Lichte ha confermato che il concetto elettrico esplorerà “come può apparire un interno con o senza volante” e sarà seguito da un altro concetto futuristico a Francoforte a settembre.

Audi svelerà due concetti futuristici che accennano al design del futuro

Audi Q2 L e-tron

L’Audi’s China-only long-wheelbase Q2 L è l’ultimo modello a ricevere il trattamento e-tron. Il SUV elettrico compatto, denominato Q2 L e-tron, sarà costruito a Foshan, insieme alle varianti cinesi della A3 Sportback e della berlina A3, dal partner del Gruppo Volkswagen First Automotive Works (FAW).

Il modello è il primo dei dieci che Audi e FAW dovrebbero lanciare in Cina entro il 2022 e la prima Audi elettrica su misura per il mercato cinese.

Citroën Concept “ultra-comfort”

Dove la due posti Ami One ha mostrato la visione del marchio per il futuro della mobilità urbana, il prossimo concetto incarnerà l’idea di “ultra-comfort”. Un’immagine in anteprima rilasciata dal marchio mostra ben poco, ma quello che sembra un’unità lidar montata sul tetto suggerisce di porre l’accento sulla tecnologia driverless.

Geely GE11

Geely, proprietario di Volvo e Lotus, mostrerà la sua berlina elettrica GE11 a Shanghai prima del lancio europeo del modello nel corso dell’anno.

Per essere venduta con il nuovo marchio Geely New Energy, il fastback-styled EV è stato progettato pensando all’efficienza aerodinamica. L’azienda afferma che l’etica ecologica del modello non si esaurisce con il suo gruppo propulsore a emissioni zero; i suoi interni sono costruiti in gran parte con materiali eco-compatibili certificati UE.

Geely Jia Ji

A Shanghai sarà esposto anche il primo MPV di Geely, il Jia Ji.

Recentemente presentata a Zhuhai, la sette posti è offerta con una gamma di propulsori ibridi e diesel, autonomia di livello 2, stile dinamico e un prezzo di partenza di soli 13.000 euro.

Geely Xingyue

Il terzo debutto di Geely a Shanghai sarà il Xingyue SUV-coupé.

Originariamente nota come FY11, la BMW X6 rivale della BMW X6 si trova in cima alla stessa architettura modulare compatta che è alla base della Volvo XC40 e della Lynk&Co 01. Offrirà un motore a benzina a quattro cilindri turbocompresso da 2,0 litri, con una potenza di 235 CV e 350 Nm e una gamma di propulsori ibridi plug-in e mild hybrid.

Jetta

Jetta è il nuovo marchio budget per la sola Cina lanciato quest’anno da Volkswagen, e i modelli VS5 e VA3 saranno tra i suoi primi modelli.

Prendendo la forma di un SUV convenzionale a cinque porte, il VS5 ha una forte somiglianza con la Skoda Kamiq recentemente presentata, mentre il VA3 è una piccola berlina basata sulla Volkswagen Jetta attualmente venduta in Cina. Il marchio si rivolge a giovani acquirenti con una forte rete di concessionari e showroom online.