MotoGP, Lorenzo: “Con Marquez scintille possibili, siamo i migliori”

0
620
Jorge Lorenzo MotoGP
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Uno dei maggiori temi di interesse del campionato MotoGP 2019 è sicuramente la convivenza tra Jorge Lorenzo e Marc Marquez nello stesso box. La presenza di due campioni con due caratteri così diversi ma medesime ambizioni non è mai facile da gestire per un team.

La squadra Repsol Honda è convinta di aver fatto la scelta giusta mettendoli insieme. La speranza è che entrambi riescano a contendersi il titolo, respingendo l’assalto di Ducati e senza rifilarsi colpi mancini. In molti si aspettano scintille tra loro, però i due piloti vogliono evitare di disperdere energie in questioni che vanno al di là della normale rivalità sportiva.

MotoGP, Lorenzo sulla convivenza con Marquez

Intervistato da GQ, il cinque volte campione del mondo ha ammesso la possibilità di potersi scontrare con il suo attuale compagno: «Tra me e Marc potrebbero esserci delle scintille, è qualcosa di normale quando sei in competizione. Come ha detto Ezpeleta qualche giorno fa, Marc e io non dobbiamo necessariamente essere amici. Gareggiamo in uno sport individuale, io ho i miei amici e lui i suoi. Condividiamo un garage e parte del team, e cercheremo di condividere le informazioni per rendere la squadra più forte. Ma alla fine, quando abbassiamo la visiera, è ancora uno sport individuale e voglio battere i 22 che gareggiano contro di me, compreso il mio compagno».

Lorenzo ovviamente vuole sconfiggere Marquez e non nasconde la possibilità che possa nascere qualche conflitto. Ad ogni modo la loro presenza nel team Repsol Honda è da lui considerata positiva e gioverà alla MotoGP: «In generale, il 90% di quello che l’unione Lorenzo-Márquez può portare è qualcosa di positivo. Due piloti che sono i migliori sulla griglia di partenza. I campionati del mondo dell’ultimo decennio sono stati Lorenzo-Márquez. E’ come riunire Ronaldo e Messi nella stessa squadra».

 

Matteo Bellan