Valentino Rossi nei box Yamaha durante il Gran Premio del Qatar di MotoGP 2019 (Foto Yamaha)
Valentino Rossi nei box Yamaha durante il Gran Premio del Qatar di MotoGP 2019 (Foto Yamaha)

MotoGP | Eterno Valentino Rossi: i segreti della sua giovinezza infinita

Moto rimandata, pilota promosso. Per la Yamaha, quello del Gran Premio del Qatar, che ha inaugurato la stagione di MotoGP 2019, è stato un risultato a due facce. Se la M1 ha riconfermato di non aver ancora risolto i suoi annosi problemi di trazione, accelerazione e velocità massima, in compenso a fare la differenza ci ha pensato Valentino Rossi. Il Dottore ha messo una pezza alla disastrosa qualifica, che lo aveva costretto a schierarsi al quattordicesimo posto sulla griglia di partenza di Losail, riuscendo a superare ben nove rivali nell’arco della gara, fino a chiudere in quinta posizione. Giungendo al traguardo davanti anche al suo compagno di squadra Maverick Vinales, che il giorno precedente aveva conquistato una sorprendente pole position, solo per poi evaporare alla domenica.

Inevitabile dunque considerare che dietro a questo risultato, capace di evitare una totale debacle alla Casa dei Diapason, ci sia tutta la classe del fenomeno pesarese, che non accenna a diminuire a dispetto degli anni che passano. Anche ora che è entrato negli “anta”, Valentino Rossi riesce a mantenersi in perfetta forma fisica, nonostante ad un quarantenne si richieda un maggiore carico di allenamento per riuscire a reggere il ritmo richiesto ad uno sportivo professionista. A dargli una mano ci sono sicuramente i moderni progressi della scienza medica, che ha sviluppato gli strumenti per poter prolungare tanto la durata della vita quanto quella della carriera. D’altro canto, dal punto di vista psicologico, oggi Vale è messo nelle condizioni migliori di sempre: “Sono più sicuro di me, ho meno problemi”, ha confessato ai microfoni della testata britannica Motorcycle News. Per non parlare dell’esperienza, campo nel quale non è secondo a nessuno.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Se gli allievi aiutano il maestro Valentino Rossi

Insomma, a quarant’anni suonati, Valentino Rossi ha dimostrato con i fatti di essere ancora competitivo con i suoi rivali che hanno metà della sua età. Un autentico miracolo di longevità, che il nove volte iridato è riuscito a realizzare soprattutto grazie al suo segreto meglio custodito: la VR46 Riders Academy. È proprio il lavoro che svolge nella struttura che ha costruito a Tavullia, infatti, a rappresentare il suo personale elisir di lunga vita. Allenandosi ogni giorno con i suoi colleghi più giovani si assicura la tonicità fisica, mentre condividendo con i suoi aspiranti successori le lezioni che ha imparato in tanti anni di successi, a sua volta assorbe da loro quell’entusiasmo per il motociclismo che alimenta la fiamma della sua inesausta passione per le corse.

Non è un caso se, anche dopo il bel risultato ottenuto in Qatar, Valentino Rossi non si è voluto fermare per godersi il meritato riposo, ma al contrario è subito rientrato a casa per riprendere la preparazione al Ranch. È così che il Dottore è riuscito a cogliere i proverbiali due piccioni con una fava: sta allevando la nuova generazione di campioni italiani della MotoGP (i suoi allievi Franco Morbidelli e Pecco Bagnaia già corrono contro di lui nella classe regina) e, nel frattempo, sta anche garantendo a se stesso l’eterna giovinezza.

Fabrizio Corgnati

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore