Sebastian Vettel: “Con Leclerc non sarà facile”

0
213
Sebastian Vettel (©Getty Images)

F1 | Sebastian Vettel: “Con Leclerc non sarà facile”

Di certo non è stato l’inizio di stagione che immaginava. Reduce dodici mesi fa da un successo clamoroso davanti a Lewis Hamilton, Sebastian Vettel si prefigurava un esito analogo dalla prima domenica di gara del 2019. Ed invece dall’Australia è tornato a casa non solo senza vittoria, ma pure giù dal podio. Anonimo quarto e beffato dall’aggressivo Max Verstappen armato di Red Bull, il tedesco della Ferrari ha preso paga anche dal suo nuovo compagno di squadra Charles Leclerc, arrivatogli alle spalle soltanto perché bloccato dal muretto rosso.

Una batosta, quest’ultima, che probabilmente si aspettava ancora di meno considerato quanto in teoria il monegasco dovrebbe essere acerbo essendo appena arrivato a Maranello e avendo appena un anno di apprendistato alla Sauber.

Per tutte le notizie di F1, MotoGP e WRC CLICCA QUI

Sicuramente mi metterà addosso parecchia pressione per tutto il campionato“, le sue parole riportate da Motorsport.com. “Entrambi stiamo vivendo un sogno, ma siamo ad un punto diverso delle nostre carriere. Rispetto a quanto ho visto sino ad ora, ha fatto davvero un ottimo lavoro. Sono sicuro che non sarà facile tenerlo dietro e sarà sempre molto vicino a me. Ha tanto talento.Voglio conoscere la sua famiglia e congratularmi con loro. Hanno cresciuto un caro ragazzo, anche parecchio veloce! Sono sicuro che avremo belle battaglia”.

Il driver di Heppenheim, in vena di fare commenti sugli altri, ha anche espresso alcune perplessità sulla performance di Lewis Hamilton sul circuito dell’Albert Park.

Non so cosa stesse facendo. Probabilmente era annoiato e infelice per aver perso la posizione allo start“, ha affermato ironico evidenziando come il cinque volte iridato, partito dalla pole, si sia fatto soffiare la posizione al via dal team-mate Valtteri Bottas, dominatore domenicale e giunto al traguardo con 20” di vantaggio sull’inglese.

In realtà la defaillance dell’inglese ha trovato una spiegazione nel fondo danneggiato, mentre quella del #5 resta tutt’ora priva di un motivo credibile.

Chiara Rainis