BMW Z4 sDrive20i Sport: la roadster entry-level più maneggevole

0
187
(websource)

Come roadster entry-level, la nuova Z4 sDrive20i dovrebbe essere tra le auto più manovrabili che BMW costruisce.

Ci sono molti cambiamenti all’interno della nuova Z4 sDrive20i. La sospensione è stata riprogettata con una maggiore proporzione di alluminio e c’è un nuovo assetto a cinque maglie nella parte posteriore. Il motore si trova più vicino al baricentro della vettura, che è a sua volta più basso di prima, e la carreggiata anteriore è di 98 mm più larga. Allo stesso tempo, il passo è stato accorciato di 26 mm per irrigidire la piattaforma in alluminio e acciaio condivisa con la BMW Serie 5 e la nuova Toyota GR Supra.

La BMW ha eliminato i pneumatici “run flat”, la nuova Z4 invece di adotterà l’eccellente Pilot Super Sports della Michelin.

Per quanto riguarda il reparto motoristico avremo diverse opzioni, tutte a benzina e turbocompressore. Il modello sDrive20i e la sDrive30i avranno ognuno un’unità quattro cilindri da 2,0 litri di BMW, in grado di erogare una potenza rispettivamente di 194 CV e 255 CV per tempi di accelerazione da 0 a 100 km/h di 6,6 secondi e 5,4 secondi. Al top di gamma si trova la Porsche 718 Boxster-rivalling M40i M Performance, che possiede un V6 da 3,0 litri, accoppiata con lo stesso cambio automatico a otto marce ZF che riduce opportunamente il tempo di sprint a 4,6 secondi.

Le M Sport sono dotate di cerchi in lega da 18 pollici, sospensioni M Sport, un volante in pelle, un bodykit relativamente contenuto e, nel caso della sDrive30i, freni M Sport. La M Sport Plus Pack – disponibile sulla sDrive30i ma non sulla sDrive20i – aggiunge la stessa sospensione M adattiva che troverete sulla M40i. L’altra opzione significativa è il Comfort Pack, che include un volante riscaldato, un utile paravento e l’accesso al carico dal bagagliaio.