Tragico schianto: la stessa morte del fratello deceduto dieci anni prima

0
341
Aliante
Aliante (Getty Images)

Un 73enne di Faella (Arezzo) nel primo pomeriggio di ieri è morto schiantandosi al suolo con un aliante mentre si trovava in fase di decollo. Lo stesso tragico destino era toccato dieci anni prima al fratello della vittima, morto nel settembre 2009 in un incidente con un ultraleggero.

Tragedia in provincia di Arezzo, dove un uomo di 73 anni, Enzo Acanti, è precipitato con il suo aliante nel primo pomeriggio della giornata di ieri. Enzo, appassionato di volo, ha perso il controllo del velivolo in fase di decollo mentre si trovava nell’aviosuperficie “Budini Gattai” tra Montecchio Vesponi e Castroncello, nel comune di Castiglion Fiorentino (Arezzo). La stessa sorte era toccata dieci anni prima al fratello che nel settembre del 2009 era deceduto precipitando in fase di decollo con un ultraleggero. Quando sul posto sono arrivati i soccorsi, avvertiti dal proprietario dell’aviosuperficie, per Enzo non c’è stato più nulla da fare.

Si schianta con l’aliante: muore 73enne appassionato di volo

Un destino atroce quello per Enzo Acanti, 73enne di Faella, frazione di Piandiscò-Castelfranco (Arezzo), appassionato di volo che ieri è deceduto precipitando in fase di decollo con il suo aliante perdendo la vita. L’uomo, pilota esperto, si trovava nell’aviosuperficie “Budini Gattai” tra Montecchio Vesponi e Castroncello, nel comune di Castiglion Fiorentino (Arezzo) e stava provando a levarsi in volo su una pista di 800 metri. Il velivolo, privo di motore, una volta alzatosi in volo si è piantato ed è precipitato schiantandosi al suolo in un campo di grano. Insieme ad Enzo c’era il proprietario dell’aviosuperficie, l’ex pilota civile Budini Gattai che ha immediatamente contattato i soccorsi, i quali una volta arrivati sul posto hanno potuto solo costare il decesso di Enzo, morto sul colpo. Dieci anni prima, nel settembre del 2009, la stessa sorte era toccata al fratello della vittima, Roberto, conosciuto come “Canarone”, che era precipitato con un aliante anch’esso in fase di decollo sulla pista di Cavriglia. La morte del fratello non aveva frenato la passione per il volo di Enzo che ieri è stato vittima dello stesso tragico destino. Sul posto dell’incidente anche i Carabinieri di Castiglion Fiorentino, i vigili del fuoco ed il pubblico ministero di turno della Procura della Repubblica di Arezzo, il quale ha aperto un’inchiesta per accertare le cause della tragedia.

Leggi anche —> Vuole vivere alla maniera occidentale: padre aggredisce figlia