Fabio Quartararo
Getty Images

MotoGP, Fabio Quartararo: “La moto si guida come fa Lorenzo”

Il rookie francese della MotoGP Fabio Quartararo ha sorpreso nei test invernali, soprattutto in Qatar, e nelle qualifiche del primo week-end di gara ha conquistato un’ottima quinta piazza. In sella alla Yamaha M1 del team Petronas SRT è però stato costretto alla partenza dalla pit-lane per aver fatto spegnere il motore in griglia di partenza, concludendo al 16esimo posto il GP di Losail. La quinta posizione acciuffata nelle Q2 ha rubato lo spettacolo ad altri rookie più accreditati sulla carta, come Pecco Bagnaia e Joan Mir. Ha avuto l’onore di parlare con Lewis Hamilton nel box, la cui scuderia Mercedes condivide lo stesso main sponsor Petronas, pianificando un test a fine anno in sella alla Yamaha.

Quartararo punta al titolo ‘rookie of the year’

Purtroppo la gara non è stata altrettanto felice per Fabio Quartararo per l’errore in partenza, ma ha certamente impressionato e alzato le aspettative sul suo conto. Non è più il pilota catapultato dal nulla alla MotoGP, senza meriti né onore, ma è ritornato ad essere quel genio delle due ruote con cui si era fatto conoscere dopo poche uscite nel Motomondiale.

“È difficile da spiegare, ma devi guidare in modo aggressivo con la moto Yamaha MotoGP, ma devi anche guidare dolcemente. Si adatta al mio modo naturale di guidare. Ma quando ho fatto i miei giri veloci, forse ero un po’ troppo aggressivo e meno gentile – ha detto il francese come riportato da Speedweek.com -. È difficile dire cosa mi sfugge. Sto ancora migliorando ad ogni stint”. I suoi modelli d’ispirazione? “Guardavo Jorge Lorenzo molto spesso; sembrava così gentile mentre guidava. Penso anche che sia esattamente il modo di andare in moto – ha aggiunto Fabio Quartararo -. Ho imparato che con la MotoGP devi prestare attenzione alle gomme posteriori e come gestire l’usura. Questo mi aiuta molto”.