Modena, omicidio-suicidio tremendo: zia si lancia col nipotino dal decimo piano

0
268
omicidio suicidio modena
Omicidio-suicidio a Modena (foto dal web)

Il caso di omicidio-suicidio che ha coinvolto una donna ed il suo nipotino sconvolge la madre del piccolo: “Me l’ero immaginato un miliardo di volte”.

Una donna è morta per un presunto suicidio a Modena. La vittima pare si sia lanciata nel vuoto dal decimo piano di un palazzo, e purtroppo non lo ha fatto da sola. Con se, in braccio, ha portato anche il nipotino Giacomo di 5 anni. E la madre di quest’ultimo, disperata, grida con tanta rabbia in corpo che era consapevole che sarebbe accaduto qualcosa di tragico. “Sapevo che sarebbe successo, lei era una pazza”, dice la madre del bimbo nei confronti della cognata. “Me lo ero immaginata un miliardo di volte”. La vittima è Silvia Pellacani, 47 anni, morta sul colpo assieme al piccolo dopo il terribile schianto al suolo avvenuto nella zona residenziale della città emiliana. La donna lavorava come ingegnere informatico ed era la sorella del papà del piccolo. E non si sa cosa ci facesse quest’ultimo con lei. La Procura di Modena indaga per omicidio-suicidio, in quanto sembra più che evidente che sia questa l’ipotesi che ha portato al verificarsi della tragedia. Ma si vuole ora provare a capire le motivazioni.

Suicidio a Modena, la zia si uccide col nipotino: “Aveva pianificato tutto”

A far scattare i soccorsi era stato un uomo che si è trovato a passare per caso appena qualche minuto dopo il fatto. In merito alla 47enne, sembra che la stessa volesse vendere l’appartamento dove abitava e lavorava. E questo per provare ad avvicinarsi di più al fratello. Non risulta però che fosse in cura per depressione né che avesse avuto consulti psichiatrici. In casa non è stato lasciato nessun messaggio tale da giustificare il suicidio. La polizia scientifica ha svolto rilievi nell’abitazione per tutta la notte, ma pare che non sia emerso niente di particolarmente significativo ai fini delle indagini. Quello che si sa è che il bambino nel pomeriggio era stato lasciato alla nonna paterna. Silvia Pellacani allora deve averlo preso con se, accampando qualche scusa, per poi compiere il tremendo gesto. Difatti la presenza in casa di quest’ultima lascia presagire come la donna abbia pianificato tutto.