Moto3, Bedon: “Romano Fenati era visto come un mostro”

0
645
Romano Fenati
Getty Images

Moto3, Stefano Bedon: “Romano Fenati era visto come un mostro”

Il team Snipers ha dato a Romano Fenati un’altra possibilità nel campionato mondiale Moto3. Ecco perché alcuni sponsor sono usciti. “Alcuni hanno visto Romano come un mostro”, ha detto il team manager Stefano Bedon. Vuole portare Fenati in MotoGP.
Dopo i fatti di Misano del 2018, quando Romano Fenati ha pizzicato il freno di Stefano Manzi, la carriera del pilota di Ascoli sembrava sulla via del tramonto.

Alla fine, il team di Snipers, per il quale Fenati aveva un contratto per il 2017 e il 2018, ha avuto pietà di lui e gli ha dato un’altra chance in Moto3. Il team manager Stefano Bedon e il proprietario del team Mirko Cecchini credono in Fenati. “A Sepang abbiamo discusso in ottobre cosa potevamo fare per Romano perché la sua carriera sarebbe finita”, ha riferito Bedon a Motorsportmagazine.com. “Avevamo già firmato un contratto con Yurchenko, ma Carlos Ezpeleta ci ha detto che insisteva sul fatto che Romano rimanesse in Coppa del Mondo. Romano ha detto che se fosse tornato avrebbe voluto unirsi a noi perché si sentiva a suo agio nel nostro team. Quindi Dorna ci ha aiutato a far entrare Yurchenko in un’altra squadra”.

Problemi di sponsor con Romano Fenati

Questa decisione non è rimasta indolore per il team Snipers, con qualche sponsor che ha lasciato il team: “Romano era visto come un mostro e abbiamo perso un sacco di sostegno. Quest’anno tutto è nuovo ed è molto difficile, ma era importante dargli un’altra possibilità. Ha solo 23 anni. Romano non è troppo vecchio per cambiare… Romano è davvero un bravo ragazzo… a volte è troppo impulsivo. Gli parliamo molto a riguardo. Non solo noi, ha anche parlato con specialisti per risolvere il problema. Il nostro team ha un mental coach molto intelligente, non solo per Romano, per tutti noi”, ha detto il team manager. “Quest’anno, Romano è completamente cambiato… Non bisogna dimenticare che nel 2017 è stato uno dei piloti più corretti, non ha ricevuto una penalità. In questa stagione, è importante che rimanga calmo quando un altro pilota lo sfida”. L’obiettivo non può che essere uno solo: “Vogliamo vincere il campionato del mondo Moto3 e portarlo in MotoGP”.