F1 Australia, Prove Libere 1: tempi e classifica finale

Lewis Hamilton (Β©Mercedes Twitter)

F1 | Australia, Prove Libere 1: tempi e classifica finale

Con il sole Γ¨ scattata la prima sessione di prove libere della stagione 2019 del Circus sul circuito australiano di Melbourne.

Kimi Raikkonen con l’Alfa Romeo Γ¨ tra i primi scendere in pista. 1’26″454 il crono di Valtteri Bottas con la Mercedes.

Bottas e Hamilton su W10, Verstappen su Verstappen RB15, Kevin Magnussen su Haas VF-19 e Daniil Kvyat su Toto Rosso STR14, Γ¨ la top 5 dopo circa 25′.

Una piccola escursione alla curva 1 per la Williams di Robert Kubica.

Quando siamo a metΓ  turno unico a non aver firmato un riscontro cronometrico Γ¨ Nico Hulkenberg con la Renault a causa di un guasto elettronico. In casa Ferrari Charles Leclerc, Γ¨ 7Β° e momentaneamente davanti a Sebastian Vettel, 9Β°.

A 32′ dalla bandiera a scacchi il rookie della Williams Geroge Russell, mentre si stava apprestando ad un run con del fluo viz sul posteriore, Γ¨ rimasto bloccato alla fine della pit lane.

1’23″599 per Lewis Hamilton che passa al comando.

Vettel e Leclerc si inseriscono in 2Β° e 3Β° piazza con la gomme soft rosse C4.

A 22′ dal termine bandiera rossa. Erro per la Toro Rosso di Alexander Albon. Il debuttante inglese Γ¨ andato in testacoda alla curva 2, perso l’ala contro le barriere e rimbalzato in centro pista.

Dopo qualche minuto di congelamento, si riprende con Hulk che finalmente puΓ² entrare in azione. Attivo anche Iceman, soltanto 17Β°. L’altra Alfa di Antonio Giovinazzi Γ¨ all’8Β°posto.

E proprio il finnico risale in 6Β° posizione a 1″232 da Ham.

A 13′ dalla chiusura rischio per Bottas che mette una ruota sull’erba e perde per un attimo l’auto. Piccolo spin per lui al terzo settore.

Per quanto concerne gli ultimi posti, preoccupante il gap della Williams. Superiore a 5″ quello di Russell. Poco meglio Kubica.

Bandiera a scacchi! Lewis Hamilton resta davanti alle Ferrari di Sebastian Vettel e Charles Leclerc. Quarto Max Verstappen su Red Bull, poi Valtteri Bottas e Kimi Raikkonen.