FRANCESCO CHIOFALO

Dopo essere stato operato per un tumore al cervello, Francesco Chiofalo svela le conseguenze devastanti: “non sono più come mi ricordavate”.

Francesco Chiofalo continua a curarsi per riprendersi dalla difficile operazione subita a gennaio per la rimozione del tumore al cervello. Dopo aver mostrato ai fans la ferita che ha sulla testa dopo l’operazione, l’ex protagonista di Temptation Island, ha aggiornato i fans sulle sue attuali condizioni spiegando di non essere più quello di qualche mese fa.

Francesco Chiofalo: ecco com’è dopo l’operazione per la rimozione del tumore

“Dopo l’intervento a cui mi sono sottoposto non ho più la stessa forma fisica con cui voi mi ricordate. Purtroppo, per motivi medici, non mi sono potuto allenare per mesi e ho dovuto bloccare completamente la mia dieta. Questo ha comportato un forte calo di peso e muscolare. Attualmente ho perso intorno ai 25 kg. L’altra settimana ho avuto finalmente l’ok dal medico per iniziare ad allenarmi e ricominciare con la mia alimentazione”, ha spiegato Francesco Chiofalo su Instagram Stories.

Nonostante il colpo subito sia stato grosso, Francesco Chiofalo non ha alcuna intenzione di arrendersi come ha spiegato nell’intervista rilasciata a Verissimo. “Ho voluto raccontarlo sui social perché non so recitare, non potevo fingere che andasse tutto bene. Ero disperato. Non sono mai stato una persona eccessivamente fortunata e davo per scontato che sarebbe stata la mia fine. Ho voluto pubblicare la foto della cicatricedopo l’operazione perché è il segno di una battaglia e non c’è niente di cui vergognarsi. L’affetto del pubblico mi ha sorpreso. So che in molti hanno pregato per me e sono sicuro che le preghiere sono state ascoltate” – ha spiegato a Silvia Toffanin a cui ha anche confidato le sue paure.

La notte prima di essere operato è stata la più brutta della mia vita, non ho dormito e ho pensato a tutte le piccole cose che mi sarebbero mancate, come mangiare un panino con mio padre o guardare la tv con mia madre. Quando mi hanno diagnosticato il tumore una delle paure più grandi è stata non poter diventare padre. Sono stato intubato per cinque giorni. Quando ho ripreso coscienza ho cercato di capire se muovevo tutti gli arti, ma la prima cosa che ho voluto fare appena sveglio, è stata vedere mia madre per dirle che ce l’avevo fatta”, ha concluso.