In una scuola brasiliana, due studenti armati di fucili hanno compiuto un massacro uccidendo 8 persone e ferendone altre 15. Dopo la strage i due killer si sono suicidati sparandosi alla testa.

Strage a Suzano, un piccolo comune nella periferia di San Paolo (Brasile), dove due ragazzi incappucciati sono entrati in una scuola, frequentata da ragazzi tra gli 11 ed i 17 anni, ed armati di fucili ed hanno freddato otto persone (due insegnanti e sei studenti) e ferite 15, di cui non si conoscono ancora le condizioni. Dopo il massacro i due killer si sono suicidati sparandosi alla testa. Le forze dell’ordine brasiliane hanno avviato le indagini per ricostruire le dinamiche dell’assalto e risalire al movente della strage.