È scomparso l’attore e comico Pino Caruso all’età di 84 anni nella sua abitazione di Roma, nella quale viveva ormai da anni. Il sindaco del capoluogo siciliano: Palermo perde un concittadino straordinario“.

L’attore e comico Pino Caruso è morto all’età di 84 anni nella sua abitazione di Roma, nella quale viveva ormai da anni. Caruso è stato simbolo della sua città natale, Palermo, dove era nato il 12 ottobre del 1934, e della comicità siciliana che portò in auge in televisione ed al cinema insieme all’indimenticato duo Franco e Ciccio (Franco Franchi e Ciccio Ingrassia) e al comico Lando Buzzanca. L’attore e comico palermitano, come scritto dal quotidiano Giornale di Sicilia, era malato da tempo ed i suoi funerali si svolgeranno nella giornata di domani.

Muore Pino Caruso: comico siciliano divenuto simbolo di Palermo

Il mondo del cinema piange la scomparsa dell’attore comico Pino Caruso, deceduto ieri pomeriggio nella sua abitazione di Roma. Il comico nato a Palermo nel 1934 era diventato simbolo della comicità siciliana negli anni ’70 ed ’80, partecipando a numerosi film e programmi televisivi. Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha voluto ricordare il suo celebre concittadino con parole commosse in un post sulla propria pagina Facebook: “Ciao Pino. Lasci in tutti noi un grande dolore, ma certamente anche l’orgoglio di averti conosciuto e di aver condiviso un pezzo importante della nostra strada. Palermo perde un concittadino straordinario, un uomo, un artista che ha contribuito alla rinascita della città, con la sua cultura, la sua ironia, la sua sagacia“.

Ciao Pino.Lasci in tutti noi un grande dolore, ma certamente anche l'orgoglio di averti conosciuto e di aver condiviso…

Pubblicato da Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo su Venerdì 8 marzo 2019

La carriera di Pino Caruso: un uomo eclettico

Pino Caruso inizia la sua carriera come attore drammatico in teatro. Nel 1965 si trasferisce a Roma e cambia genere, dedicandosi al famoso cabaret de Il Bagaglino. La sua carriera decolla e nel 1968 viene scritturato dalla RAI per la trasmissione di varietà Che domenica amici, per poi diventare celebre sul piccolo schermo con il famoso programma Dove sta Zazà. Pino Caruso, ormai volto noto, nel 1979 viene eletto segretario del SAI, Sindacato Attori Italiani: la carica gli permetterà di impegnarsi sulla questione dei finanziamenti pubblici e per la recitazione in “presa diretta”. Nel 1983, Caruso scrive e dirige un film satirico dedicato alla cattiva giustizia, nello specifico al Caso Tortora, interpretato dallo stesso Caruso, da Renzo Arbore, Oreste Lionello, Enrico Montesano Gigi Proietti e Luciano Salce, tutti nei panni di sé stessi. Gli anni 2000 gli riservano ancora fama: nel 2002 è tra i protagonisti della fiction Carabinieri in onda su Canale 5 per ben due stagioni, della serie tv L’onore e il rispetto e del film la Matassa di Ficarra e Picone.