Circuito di Losail: ogni generatore consuma 1000l di gasolio l’ora

0
188
Circuito di Losail
Getty Images

Circuito di Losail: ogni generatore consuma 1000l di gasolio l’ora

Nel prossimo fine settimana team e i piloti inizieranno la stagione 2019 del Motomondiale sul circuito internazionale di Losail a Doha. La MotoGP correrà in notturna, ma qui la notte si trasforma in un giorno. In soli 175 giorni, gli ingegneri della compagnia americana “Musco Lighting” hanno realizzato l’impianto di illuminazione sul tracciato lungo 5.380 metri, il più grande progetto di illuminazione nella storia dello sport. Un lavoro che ha richiesto l’ausilio di 1.000 lavoratori nel 2004 per un costo complessivo di 58 milioni di dollari e un anno di lavoro.

1300 ore di lavoro sono state investite per soddisfare le esigenze di piloti, marshall, TV, pubblicitari e spettatori. L’area illuminata – fa sapere Speedweek – corrisponde a 70 campi da calcio della FIFA, 35 campi da cricket o 1300 campi da basket. Richiede 3600 sorgenti luminose (con lampade in metallo leggero da 250, 1500 e 2000 watt) su 1000 torri di illuminazione per consentire una buona visibilità ai piloti che corrono nel deserto a 350 km/h sul rettilineo.

L’impianto elettrico è alimentato da circa 50 generatori diesel, ciascuno con 13 megawatt di potenza, che sono stati installati attorno alla pista. Le sorgenti luminose da 3600 generano 450 milioni di lumen di flusso luminoso (da 1200 a 1600 lux). Questo potrebbe illuminare 3000 case private o un viale da Doha a Mosca. Per l’illuminazione del circuito sono stati utilizzati circa 3 milioni di chilogrammi di calcestruzzo e sono stati posati 500 km di cavi.

I tecnici Musco hanno maturato 30 anni di esperienza nell’illuminazione permanente e temporanea di impianti sportivi. Brevetti come Mirtran e Green sono stati usati per migliorare l’efficienza energetica del 50 percento rispetto ai sistemi convenzionali. Il tema del risparmio energetico non è in primo piano in Medio Oriente. Normalmente, il circuito di Losail è ancora completamente illuminato dodici ore dopo la fine della gara del mattino seguente. Che ogni generatore consumi circa 1000 litri di gasolio all’ora, non è un segreto.