Mattia Binotto (©Getty Images)

F1 | Mattia Binotto ammette: “Vettel è il nostro campione”

Mentre Toto Wolff ha di recente accusato la Ferrari di aver già deciso, ancora prima di partire per il nuovo mondiale, chi sarà la guida numero uno della squadra, il boss rosso Mattia Binotto ha optato per prendere l’argomento alla larga, e dopo aver assicurato al mondo dei motori che “tutto è stato chiarito”, ha rivelato che in caso di duello in pista tra Leclerc e Vettel, nulla verrà detto loro per scoraggiarli.

Quando si definisce tutto dall’inizio si evitano degli errori qualora ci si ritrovasse in una situazione ambigua. I nostri due piloti sono liberi di combattere. Non chiederemo a Charles di andare piano o a Seb di accelerare“, ha sostenuto a Motorsport.com. “Abbiamo bisogno che entrambi corrano al massimo, cercando di fare del loro meglio. Ma se ci sarà qualche situazione particolare nella primissima fase della stagione, Sebastian è il pilota che ha più esperienza, è con noi da parecchi anni, quindi è il nostro campione”.

Parlando poi delle prestazioni del #99 nei test al Montmelo dove, a differenza di molti suoi colleghi giovani, non si è fatto prendere dall’emozione commettendo uscite di pista,ma anzi ha tenuto il passo del suo vicino di box, macinando chilometri su chilometri fermato solamente da qualche intoppo relativo all’affidabilità della SF90, il team principal ha considerato: “E’ un pilota valido e veloce. A Barcellona si è concentrato sulla conoscenza della monoposto lavorando a stretto contatto con gli ingegneri. I tempi segnati hanno soltanto confermato quanto sapevamo già. In ogni caso non va dimenticato che è nell’orbita del Cavallino da tanto. Per noi non è una sorpresa. Vedremo come andrà la stagione”, ha chiosato con una certa diplomazia il tecnico avvallando l’idea di un mondiale di studio e non di attacco per il monegasco.

Chiara Rainis