Festa di compleanno si trasforma in dramma per un 14enne

0
123
Carabinieri
Carabinieri (foto dal web)

Un ragazzo di 14 anni è stato ferito alla gola con un coltello durante una festa di compleanno a cui era stato invitato. L’aggressore sarebbe il festeggiato che è stato arrestato dai Carabinieri.

Una festa di compleanno si è trasformata in un dramma per un ragazzino di 14 anni che è stato accoltellato proprio dal festeggiato.  Ieri sera durante una festa, secondo le prime indicazioni a base di alcolici e sostanze stupefacenti, a Vizzini, comune in provincia di Catania, un 20enne ha sferrato una coltellata al collo ad uno dei suoi invitati. Il ragazzo ferito è stato trasportato in ospedale dai soccorsi del 118 intervenuti sul posto dopo la chiamata di uno degli invitati e non sarebbe in pericolo di vita. L’aggressore,  datosi alla fuga, è stato tratto in arresto dai Carabinieri.

Festa di compleanno: il festeggiato sferra una coltellata ad uno degli invitati

Un compleanno a base di alcolici e sostanze stupefacenti è stato teatro di una grave aggressione nei confronti di un ragazzo di 14 anni. Samuele Monterosso, 20 anni, per festeggiare il suo compleanno avrebbe invitato nel suo appartamento una ristretta cerchia di amici che nel corso della serata avrebbe abusato di alcol e droga. Durante la festa, il 20enne si sarebbe recato in cucina, avrebbe preso un coltello e si sarebbe scagliato contro uno dei suoi invitati. La giovane vittima sarebbe stata afferrata per i capelli dall’aggressore, il quale pronunciando frasi deliranti l’ha ferita al collo da parte a parte, quasi sgozzandola. I presenti alla festa hanno subito avvertito le forze dell’ordine, le quali hanno contattato i soccorsi arrivati nell’abitazione per prestare soccorso al 14enne e trasportarlo all’Ospedale di Lentini, in provincia di Siracusa. Al ragazzo sono stati applicati 40 punti di sutura per chiudere la ferita di circa 15 centimetri ed i medici gli hanno assegnato 30 giorni di prognosi. Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri della stazione di Vizzini che poco dopo hanno rintracciato ed arrestato il responsabile, datosi alla fuga e rifugiatosi in casa di un conoscente. Ora il 20enne, trasferito presso il carcere di Caltagirone, dovrà rispondere di tentato omicidio.

Leggi anche —> Omicidio Marco Vannini, secondo i giudici: “Ciontoli sparò colposamente”