Binotto preoccupato: “Alla nuova Ferrari manca l’affidabilità”

0
319
Mattia Binotto (©Getty Images)

F1 | Binotto preoccupato: “Alla SF90 manca l’affidabilità”

Mattia Binotto lo ha ammesso. I diversi intoppi tecnici che hanno disturbato i test invernali della Ferrari lo hanno in parte preoccupato. Anche se in fin dei conti è normale che un’auto al suo debutto possa dimostrare di avere dei problemi di gioventù, la perdita d’acqua dal sistema di raffreddamento, il ko di uno scarico e il guasto elettrico che ha ridotto di alcune ore l’ultima giornata di lavoro, hanno mandato in agitazione il neo boss del Cavallino, timoroso di non poter sentir suonare l’Inno di Mameli in quel dell’Australia.

Per battere la concorrenza bisogna andare più forte di tutti gli altri. Non bisogna accontentarsi mai e puntare a diventare i migliori. Noi ancora non lo siamo. Questo dunque è il nostro obiettivo e il nostro impegno”, ha affermato combattivo. “Anche l’affidabilità è un tema importante. In queste stagioni così combattute, nelle quali ogni singola gara, ogni singolo punto è determinante, la macchina dovrebbe avere meno guasti. Senza allarmismi dovremo cercare una soluzione in tempi brevi“.

Al termine della quattro giorni conclusiva al Montmelo Lewis Hamilton ha sostenuto che la Rossa vista in pista finora, è almeno di mezzo secondo più rapida della sua Mercedes W10. Un’affermazione che il team principal ha provato ad annacquare sottolineando come a Melbourne la lotta sarà sul filo dei decimi.

Sono felice di sapere che Ham ci veda molto veloci“, ha risposto il tecnico. “Da parte mia credo che anche loro siano molto forti, e che lo saranno anche all’Albert Park. Sarebbe molto sbagliato pensare di essere più rapidi di loro, ci mancano molti dati che ai test non si possono conoscere. La mia sensazione è che al pronti via saremmo tutti molto vicini. Detto ciò per adesso restiamo concentrati su noi stessi e sulla ricerca dei limiti della vettura”, ha poi chiosato il dirigente attento a non lasciarsi andare in proclami.

Chiara Rainis