Si fingeva ginecologo e adescava minorenni sul web

0
63
Polizia
Polizia (foto dal web)

Un 50enne residente in Brianza è stato arrestato dalla Polizia di Monza e accusato di abusi sessuali su tre ragazzine minorenni con le quali sui social network si sarebbe spacciato per un ginecologo.

La Polizia del commissariato di Monza ha eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Procura di Milano nei confronti di un uomo di 50 anni che si sarebbe macchiato di gravi reati. Dalle indagini degli agenti di polizia è emerso che l’uomo spacciandosi per un ginecologo avrebbe adescato adolescenti su internet per poi abusarne sessualmente all’interno del suo appartamento. Le vittime sarebbero tre adolescenti di età compresa trai i 15 ed i 17 anni, ma la Polizia sta ancora indagando per capire se ci siano altre ragazze adescate dall’uomo. Il 50enne ora si trova detenuto nel carcere di Monza di via San Quirico.

Vittime tre ragazzine tra i 15 ed i 17 anni

L’ennesimo caso di violenze sessuali su minori è stato scoperto dalla Polizia del commissariato di Monza che nei giorni scorsi ha ammanettato un uomo di 50 anni. Dalle indagini degli agenti del commissariato della città lombarda, secondo quanto scritto dal Corriere della Sera, è emerso che l’uomo si spacciava in rete per un ginecologo ed esperto di un “trattamento anticoncezionale”. Il 50enne, sposato con figli, aveva creato diversi profili Instagram, quello del falso ginecologo e quelli di falsi pazienti, utilizzati per convincere le vittime a raggiungerlo nel suo appartamento. Una volta convinte le adolescenti che si recavano nel suo appartamento con la persuasione o le minacce abusava di loro. Le vittime sarebbero tre ragazze di età compresa tra i 15 e i 17 anni ed i reati sarebbero stati commessi nel Milanese e in Brianza, dove il 50enne era residente. La prima ragazzina, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, il cui padre ha sporto denuncia, è stata vittima di abusi sessuali per mesi, la seconda sarebbe stata costretta ad aver un rapporto sessuale dopo essere stata minacciata di gravi conseguenze fisiche, come la sterilità, mentre la terza sarebbe finita nella rete dell’uomo dopo una finta relazione in chat con il 50enne spacciatosi per un 17enne. L’uomo è stato tratto in arresto dalla Polizia che ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Procura di Milano e trasferito al carcere di Monza.