Reddito di cittadinanza
Il Premier Giuseppe Conte e il vice premier Luigi Di Maio presentano la card per il reddito di cittadinanza (Getty Images)

Sono online, sul sito dell’INPS, i moduli per richiedere il reddito di cittadinanza. La richiesta potrà essere presentata online o di persona ad un CAF o un ufficio postale a partire dal 6 marzo.

È disponibile online sul sito dell’INPS il modulo per la richiesta del reddito di cittadinanza. Dopo l’approvazione del cosiddetto “Decretone”, il sussidio potrà essere richiesto dai cittadini che rientrano nei parametri stabiliti a partire dal 6 marzo 2019 e dopo il quinto giorno di ogni mese, e sarà erogato a partire dal 27 aprile. Il modulo può essere presentato in modalità cartacea presso gli uffici postali o i Centri di Assistenza Fiscale (CAF), o online sul sito del governo dedicato al reddito di cittadinanza.

Reddito di cittadinanza: i modelli pubblicati sul sito dell’INPS

Il reddito di cittadinanza prende forma. Ieri il Senato ha approvato la conversione in legge del decreto sul sussidio alle famiglie economicamente in difficoltà e sulla quota 100, la misura relativa al pensionamento anticipato. Inoltre, nel corso della giornata di ieri sono stati pubblicati sul sito dell’INPS (Istituto nazionale della previdenza sociale) i moduli per richiedere il Reddito di cittadinanza e la Pensione di cittadinanza. I tre modelli SR180, SR181 e SR182 si trovano all’interno della sezione “Prestazione e servizi” del sito e contengono 5 pagine di istruzioni per la compilazione della domanda. Il primo modulo (SR180) è la domanda in formato PDF per il Reddito di cittadinanza e la Pensione di cittadinanza, il secondo (SR181) è finalizzato alla comunicazione di attività di lavoro e altre variazioni dei beneficiari del sussidio, mentre il terzo (SR182) serve per comunicare le attività di lavoro ed i redditi non interamente rilevati nel modello ISEE. La richiesta per beneficiare della misura potrà essere presentata a partire dal 6 marzo dopo il quinto giorno di ogni mese di persona presso un ufficio postale o un CAF (Centri di Assistenza Fiscale) o attraverso il sito del governo dedicato al reddito di cittadinanza a cui si accede esclusivamente con SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Il termine fissato per presentare la domanda per ricevere il sussidio ad aprile è il 31 marzo, una volta inviata la richiesta i dati perverranno all’INPS che dovrà esaminarli e stabilire se si è in possesso dei requisiti per beneficiare della misura economica. In caso di esito positivo, l’istituto di previdenza lo comunicherà al beneficiario via mail o sms e accrediterà il sussidio sull’apposita carta di reddito, la quale dovrà essere ritirata presso l’ufficio postale indicato. Per presentare la domanda bisognerà essere in possesso del modello ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente), lo strumento che permette di risalire alla situazione economica del nucleo familiare. L’ISEE può essere richiesto online sul sito dell’INPS o presso un CAF.

Leggi anche —> Reddito di cittadinanza, tutte le informazioni utili: sito, card e requisiti

Leggi anche —> Reddito di cittadinanza: stretta sui “furbetti”