Medici
(Getty Images)

Una ragazza di 28 anni è morta dopo aver accusato una forte crisi respiratoria che le ha provocato un arresto cardiaco. La donna si era già recata quattro volte in ospedale, ma in tutte le occasioni era stata dimessa dalla struttura.

Tragedia a Pistoia dove una ragazza di 28 anni domenica è deceduta a causa di un arresto cardiaco. La ragazza, Cristiana Capecchi, impiegata 28enne, si era recata diverse volte all’ospedale San Jacopo di Pistoia negli ultimi 20 giorni dove per quattro volte era stata dimessa a seguito delle visite dei sanitari della struttura. La 28enne era stata colpita da una forte bronchite che ha poi causato una crisi respiratoria ed infine il fatale arresto cardiaco. Sul caso l’Asl (Azienda Sanitaria Locale) di Pistoia ha aperto un’indagine interna.

Rimandata a casa 4 volte: muore una 28enne di Pistoia

Una ragazza di 28 anni ha perso la vita domenica scorsa a seguito di un arresto cardiaco provocata da una forte bronchite. Cristiana Capecchi, impiegata di 28 anni, secondo quanto riportato dalla redazione de Il Tirreno, negli ultimi 20 giorni si era recata diverse volte presso l’ospedale San Jacopo di Pistoia, ma i sanitari del nosocomio dopo averla visitata l’hanno dimessa per 4 volte. Domenica, però, le sue condizioni sono peggiorate e una crisi respiratoria le ha causato un fatale arresto cardiaco che ne ha provocato il decesso. La ragazza, ha spiegato l’Asl, è arrivata al DEA trasportata dai sanitari del 118 di Pistoia, i quali avevano iniziato le manovre di rianimazione in casa, intorno alle 20:30 già in arresto cardiaco. Gli operatori, secondo la nota dell’azienda ospedaliera, hanno proseguito le manovre di rianimazione in ambulanza e nel nosocomio, ma senza nessun risultato dovendo infine costatare la morte della ragazza. Sul decesso della donna è stata aperta un’indagine interna dall’Asl che ha fatto sapere: “La direzione sanitaria dell’ospedale ha inoltre segnalato il decesso al rischio clinico aziendale, che ha iniziato gli accertamenti”. Il direttore del dipartimento di emergenza urgenza ha convocato per oggi pomeriggio un audit clinico interno con il responsabile del Dea di Pistoia e con gli operatori medici che si sono occupati del caso. Giovedì 28 febbraio è stato disposto anche un riscontro diagnostico per valutare “eventuali provvedimenti”. Si attendo anche i risultati dell’autopsia che potranno chiarire le cause della morte.