Russell polemico con Kubica: “Non ci possiamo fare la guerra”

0
156
George Russell (©Getty Images)

F1 | Russell polemico con Kubica: “Non ci possiamo fare la guerra”

Notoriamente molto metodico, preciso e timoroso di essere ingannato dai membri del proprio team, Robert Kubica deve aver già mostrato il proprio carattere al suo nuovo compagno di squadra in Williams George Russell. Ed infatti, l’inglese, intervistato dalla tv polacca Eleven Sports ha espresso qualche perplessità, o meglio, ha dato un suo suggerimento su quale dovrebbe essere l’atteggiamento da tenere in un momento ancora così delicato come quello che sta vivendo la scuderia di Grove, in evidente ritardo nella preparazione.

Per il momento non possiamo essere rivali. Non ci si può mettere a lottare per un 19° posto. L’obiettivo deve essere aiutare l’equipe a raccogliere qualcosa d’importante“, ha dichiarato il campione in carica di F2. “Se ci facciamo la guerra a vicenda non potremo farcela. Dobbiamo collaborare“.

E’ evidente che alla luce della situazione attuale si debba motivare il gruppo. C’è molta frustrazione e delusione all’interno, dunque la chiave è essere positivi. Già in passato è accaduto che dei team che saltavano qualche giorno di test, poi hanno fatto una buona stagione. Certo non è l’ideale, ma non è neppure la fine del mondo. I punti si segnano in gara“, ha quindi sottolineato prima di dare un giudizio di massima della FW42. “L’auto mi è parsa ben bilanciata anche se ancora non ne ho esplorato i limiti e posso aggiungere poco. Nel complesso dobbiamo ottimizzare tutte le aree visto che tutto è stato sistemato all’ultimo”.

Un po’ meno ottimista del 21enne, il driver di Cracovia non ha bocciato, ma neppure promosso l’auto che ha fatto il suo debutto mercoledì pomeriggio scorso sul circuito di Barcellona, mentre la concorrenza aveva già alle spalle due giornate e mezza di prove.

Dopo una settimana della macchina ne so quanto prima, ovvero niente“, il responso caustico del vincitore del GP del Canada 2008.

Chiara Rainis