Maurizio Costanzo e Maria De Filippi
(websource)

Maurizio Costanzo festeggia 25 anni di matrimonio con Maria De Fiippi e svela: “ecco come ci siamo conosciuti e cosa farei per lei oggi”.

Maurizio Costanzo e Maria De Filippi si avviano a festeggiare i 25 anni di matrimonio. Un’unione stabile, lunga e duratura quella tra il giornalista e la regina della televisione italiana senza la quale, oggi, Costanzo non riuscerebbe a vivere.

Maurizio Costanzo? “Maria De Filippi? Ecco come l’ho conosciuta e cosa farei per lei”

Maurizio Costanzo e Maria De Filippi festeggeranno 25 anni di matrimonio tra due anni. Un traguardo che il giornalista non avrebbe mai pensato di poter raggiungere. Quando i due si sono incontrati e conosciuti, infatti, il giornalista non pensava affatto che avrebbe trascorso il resto della sua vita accanto a quella che è poi diventata Queen Mary.

«Sinceramente non l’avrei mai pensato. Nella mia vita ho immaginato di tutto, persino di dimagrire: ma arrivare a 25 anni di matrimonio, no» – racconta Costanzo – “Io mi sono sposato quattro volte. Ci ho messo del tempo e tanta pazienza, ma alla quarta volta quella giusta la azzecchi – ha fatto sapere in un’intervista a “La verità” – Sicuramente non dev’esserci pesantezza nelle relazioni. Tutto scaturisce dal piacere di vedersi. Pensi che Maria e io in 25 anni non abbiamo mai litigato”.

Affiatati non solo nella vita privata, ma anche ne lavoro. Maurizio Costanzo è stato un grande maestro per Maria De Filippi che è poi riuscita a camminare da sola sulle proprie gambe collezionando un successo dopo l’altro: “nel suo caso ho solo avuto l’intuito di capire che poteva fare televisione. Ma poi ha camminato benissimo da sola, le ho dato pochissimi consigli (…) Lavorava in uno studio legale. Quando venne a lavorare con me al Parioli, si appassionò a questo mestiere. E poco tempo dopo arrivò Amici: fu il suo primo successo”.

Ma qua è il segreto della loro unione? “Io credo che nel matrimonio debba scattare una grande solidarietà. Il segreto primario dev’essere l’amicizia, il sostegno reciproco. E poi, dopo, l’amore. Adesso per lei farei davvero qualunque cosa: anche scalare l’Everest (…) La noia non mi ha mai toccato. Se mi capita di tornare a casa dal lavoro prima del tempo, mi fa piacere sempre e comunque riabbracciarla. E poi abbiamo i nostri hobby condivisi: due cani a casa e un gatto in ufficio”.