Denuncia un rapinatore e poche ore dopo accade l’impensabile

0
87
Carabinieri
Carabinieri (Getty Images)

Un ragazzo di 23 anni si è suicidato a San Donato Milanese (Milano) lanciandosi da una finestra della propria abitazione. La vittima poche ore prima era stata rapinata da un 25enne di origine marocchina.

Una rapina, già evento traumatico, ha dato vita ad una vera e propria tragedia a San Donato Milanese, centro in provincia di Milano. Un ragazzo di 23 anni nel corso della serata di ieri si è suicidato lanciandosi dal balcone della propria abitazione. Il ragazzo poco prima si era recato dai Carabinieri del comune milanese per formalizzare la denuncia nei confronti di un ragazzo di 25 anni responsabile di averlo derubato poche ore prima. Il 25enne di origine marocchina era stato rintracciato dai Carabinieri per aver derubato una collanina d’oro al 23enne che poco dopo si è tolto la vita. I militari dell’Arma adesso stanno indagando se possa esserci un collegamento tra i due episodi.

Subisce una rapina e poco dopo si suicida lanciandosi dalla finestra

In un comune nella provincia di Milano, San Donato Milanese, ieri un ragazzo di 23 anni si è suicidato lanciandosi dalla finestra dell’appartamento della casa in cui viveva con i genitori di viale Alcide De Gasperi. Intorno alle 23, il 23enne dopo aver cenato con i suoi genitori ha detto a quest’ultimi: “Vi voglio bene“, ha aperto la finestra e si è lanciato nel vuoto. Sul posto sono giunti i soccorsi, i quali hanno immediatamente trasportato il ragazzo al pronto soccorso dell’ospedale vicino, ma per il giovane non c’è stato più nulla da fare. Il 23enne, secondo quanto ricostruito dai Carabinieri, aveva denunciato poco prima una rapina in cui gli era stata sottratta una collanina d’oro. Il ragazzo aveva prima contattato il 112 per denunciare l’aggressione da parte di un nordafricano che prima gli ha spruzzato dello spray al peperoncino addosso e poi lo ha derubato. Poco dopo i militari dell’Arma hanno rintracciato il responsabile, un 25enne di origine marocchina, e la vittima della rapina si è recata in caserma per formalizzare la denuncia nei confronti dell’aggressore. Rientrato in casa, il ragazzo si è poi suicidato. I Carabinieri adesso stanno ricostruendo le ultime ore della vittima e cercheranno di capire se il suicidio possa essere collegato alla rapina subita poco tempo prima.

Leggi anche —> Lunedì di sangue: ben due esecuzioni in poche ore