MotoGP, Marc Marquez: “Inizio a divertirmi sulla moto”

0
126

Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez: “Inizio a divertirmi sulla moto”

Marc Márquez finalmente può sorridere dopo la seconda giornata di test in Qatar. Ha messo a segno 57 giri, il migliore dei quali in 1’55″004 che vale il quinto posto.

Ma la notizia più lieta è che le condizioni della spalla sinistra migliorano progressivamente e per la prima gara del 10 marzo sarà quasi al 100%. “Oggi sono contento perché ieri non abbiamo iniziato il test nel modo migliore, infatti sono caduto all’ultima curva. Fisicamente mi sentivo bene, questa è la cosa principale… A livello di ritmo sono un passo più vicino. Non sono uno dei più veloci ma devi capire che il Qatar è uno dei circuiti che ci costa sempre, questo è stato il primo test normale, ho potuto girare molto, ho iniziato a divertirmi in moto per la prima volta”.

Marc Marquez ha provato una nuova carenatura aerodinamica per la sua RC213V, un settore dove si stanno concentrando tutti i costruttori in questa fase prestagionale. E’ riuscito a compiere cinque giri consecutivi, oggi proverà a compierne il doppio. “Abbiamo testato diverse specifiche sulla moto, non posso entrare nei dettagli: abbiamo lavorato aerodinamicamente perché nella prima gara è necessario approvare una carena”.

Jorge Lorenzo ancora indietro

Non è andata altrettanto bene al compagno di marca Jorge Lorenzo, autore di 44 giri e al 19esimo posto finale nel day-2. Il maiorchino sta studiando la miglior configurazione ergonomica, soprattutto a livello di seduta. “Ieri è stata una giornata difficile ma oggi molto meglio. Abbiamo apportato modifiche al set-up e trovato il modo di cambiare la moto e avvicinarci un po’ di più al fronte. Abbiamo migliorato di 1″3 rispetto a ieri, la progressione è stata buona e sono sicuro che ridurremo la differenza. Le prime gare possono essere difficili, ma devi essere paziente”.

Il problema principale è in ingresso curva, non riesce ad entrare con aggressività per una questione di grip al posteriore. E il polso sinistro non è ancora al meglio. “Il giro più veloce non è il più importante perché non dà punti. Abbiamo migliorato qualcosa sul livello ergonomico della moto e mi sento più a mio agio. Nella mia squadra precedente ho passato due anni a trovare la posizione, quindi c’è ancora molto lavoro e miglioreremo e dobbiamo vedere cosa si può fare a livello di regolamento, ma oggi va molto meglio in sella alla moto. Nella giornata di oggi Jorge Lorenzo non effettuerà una simulazione di gara: “Non posso farla. Voglio evitare una caduta, è fondamentale non farmi male alla mano”.