Ambulanza
Ambulanza (foto dal web)

Le squadre di ricerca hanno individuato due cadaveri dei tre ragazzi dispersi ad Acireale (Catania). I ragazzi erano stati travolti da un’onda e trascinati in mare mentre si trovavano a bordo di un autovettura.

Quello appena concluso è stato un weekend condizionato dal maltempo soprattutto nelle regioni del Centrosud. Le condizioni meteorologiche non hanno provocato solo disagi ed ingenti danni, ma anche diverse vittime. Ad Acireale (Catania) tre ragazzi, di età compresa tra i 21 ed i 27 anni, dopo aver preso un caffè si trovavano in auto quando sono stati travolti da un’onda che ha trascinato il veicolo in mare. Oggi i soccorsi e le squadre di ricerca hanno recuperato in mare due cadaveri dei tre dispersi, mentre si cerca ancora il terzo.

Tragedia ad Acireale: auto investita da un’onda e trascinata in mare

Stavano guardando il mare mosso dopo aver preso un caffè in un bar della zona, i tre ragazzi che sono stati travolti da un’onda e trascinati in mare mentre erano a bordo di un’auto. La tragedia si è consumata in una frazione del comune di Acireale (Catania), Santa Maria la Scala, le vittime tre ragazzi: Margherita Quattrocchi, 21 anni, il fidanzato della ragazza Enrico Cordella, 22 anni ed un loro amico, Lorenzo D’Agata, 27 anni. I tre ragazzi si trovavano a bordo di una Fiat Panda di colore verde sul molo del porticciolo ai piedi della Timpa di Acireale, quando un’onda violenta provocata dalle condizioni meteorologiche sfavorevoli ha trascinato il veicolo in mare. Avvertite le forze dell’ordine da alcuni testimoni che avrebbero assistito alla scena, sono scattate subito le ricerche che sono state rese complicate dal maltempo il quale ha impedito in un primo momento ai sommozzatori di immergersi in mare. Oggi sono stati recuperati in mare due cadaveri, uno apparterebbe alla 21enne Margherita, mentre del secondo non si conosce ancora l’identità. Proseguono adesso le ricerche della Guardia Costiera e dei sommozzatori dei Vigili del Fuoco, con l’ausilio anche di un elicottero, per individuare il terzo disperso e le speranze di poterlo ritrovare in vita diminuiscono sempre di più.

Leggi anche —> Maltempo nel weekend: tragico bilancio