Leclerc: “Io vittorioso a Melbourne? Meglio non pensarci”

Charles Leclerc (©Getty Images)

F1 | Leclerc: “Io vittorioso a Melbourne? Meglio non pensarci”

Nelle due giornate avute finora a disposizione per conoscere la SF90 Charles Leclerc ha dimostrato costanza, velocità e pochi timori di essere al volante di un’auto tanto prestigiosa e amata dal pubblico, ciò nonostante a chi gli ha domandato se il pensiero di vittoria al debutto stagionale a Melbourne ha già cominciato a circolargli per la testa,  lui ha risposto picche.

Sinceramente al momento non mi sto focalizzando sul risultato, ma soltanto su di me, cercando di fare il meglio possibile sia in macchina, sia fuori. Se riuscirò in questo sono certo che ad un certo punto sarò in grado di finalizzare“, ha commentato con maturità ad F1i.com. “Non voglio mettermi in mente di dover per forza vincere in Australia. Voglio innanzitutto crescere man mano e sentirmi sempre più a mio agio nell’abitacolo e con la squadra“.

Il giovane monegasco ha rivelato che il suo atteggiamento sarà quello di rubare malizie e segreti dal compagno di box Vettel. “Lui è molto forte nel feedback tecnico. E’ un ragazzo molto competente, quindi cercherò di migliorare sotto quel profilo. Ho già speso le ultime 5 – 7 settimane in fabbrica per capire bene tutti  sistemi. Era stato il mio punto debole nel 2018 con la Sauber, dunque dovrò rimediare”. 

Pecche a parte, un po’ per tutti, Leclerc rappresenterà una vera spina nel fianco per Sebastian. Un plus per Maranello secondo il boss Mercedes Toto Wolff.

Il 21enne rappresenta il campione del futuro, mentre Seb è un quattro volte iridato. In Ferrari hanno un problema di lusso anche se gestire una situazione del genere può rivelarsi complicato“, ha affermato nel corso di un evento organizzato dalla Petronas. “A noi è capitato in passato, anzi direi che si ripresenta ogni mondiale. Occorre avere due piloti competitivi se si vuole puntare ad entrambe le classifiche“, ha concluso il manager austriaco.

Chiara Rainis