Ancora spray al peperoncino: panico in un ristorante giapponese

Ambulanza
Ambulanza (foto dal web)

A Saronno (Varese) si è creato il panico all’interno di un ristorante giapponese dove probabilmente è stato spruzzato dello spray al peperoncino. I Carabinieri stanno ricostruendo l’accaduto grazie anche alle immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza

Dopo la tragedia di Corinaldo (Ancona) nella discoteca Lanterna Azzurra e quella verificatasi a Torino in piazza San Carlo si registra un altro spiacevole episodio legato allo spray al peperoncino. Fortunatamente in questo caso non ci sono stati gravi feriti o vittime, ma solo uno spavento. L’episodio si è verificato all’interno di un ristorante giapponese di Saronno, in provincia di Varese, nella tarda serata di sabato, dove la sostanza irritante ha provocato la fuga dei clienti che si erano accomodati nell’esercizio commerciale. Secondo le parole del titolare, i responsabili sarebbero alcuni ragazzi che non avevano pagato il conto e si sono dileguati durante il fuggi-fuggi generale.

Spray al peperoncino in un ristorante: i sospetti su una decina di ragazzi

Intorno alle 23 di sabato sera si è creato il panico all’interno del Sushi Club, un ristorante giapponese di Saronno, in provincia di Varese, dove alcuni clienti presenti hanno cominciato a manifestare problemi respiratori ed una bimba ha vomitato. Allertati dal titolare e da alcuni presenti, secondo quanto scritto dai quotidiani locali, i soccorsi del 118 quando sono giunti sul posto hanno notato la presenza nell’aria di una sostanza irritante, così hanno chiamato i rinforzi. Al ristorante sono arrivate otto ambulanze e due automediche di Milano ed i Carabinieri della città del varesino, in totale sono state soccorse circa una ventina di persone, tra cui alcuni bambini che sono state trasferite in codice verde in ospedale. Secondo quanto ricostruito dai militari dell’Arma l’ipotesi più accreditata è che qualcuno presente all’interno del ristorante abbia spruzzato dello spray al peperoncino causando il panico generale dei presenti. Nessuna delle persone soccorse si trova in condizioni gravi ed i Carabinieri adesso stanno eseguendo i rilievi per rintracciare i responsabili esaminando anche le telecamere di sorveglianza. Secondo la testimonianza resa dal titolare del locale alla redazione di VareseNews, i suoi sospetti sono indirizzati ad un tavolo composto da una decina di ragazzi che nel caos generale si sono dileguati senza pagare il conto.