MotoGP, Danilo Petrucci: “Mi aspettano podi e vittorie”

0
179
Danilo Petrucci Test Qatar MotoGP
photo Twitter @DucatiMotor

MotoGP, Danilo Petrucci: “Mi aspettano podi e vittorie”

Ducati riparte da una buona base, ma è ancora al lavoro su aerodinamica (la nuova carenatura sarà provata nel day-2) e ciclistica (a disposizione due nuove evoluzioni del telaio). La Desmosedici è sicuramente un passo avanti rispetto alla stagione 2018, ma il problema di percorrenza a centro curva sembra ancora irrisolto.

Danilo Petrucci ha chiuso al quarto posto con mezzo secondo di ritardo dal best lap di Maverick Vinales, ma le Ducati non hanno montato la gomma soft al posteriore, quindi c’è ampio margine di miglioramento. “Abbiamo una buona base,” ha detto il pilota umbro. “Ma gli avversari sono più forti del 2018… Mi piacerebbe avere la gara proprio adesso, domenica. No, scherzi a parte… Ma sono sollevato perché sono stato nelle prime posizioni in tutti i test da Valencia. Sono felice, perché il feeling con la moto va bene. Dobbiamo ancora perfezionare il set-up. Ma abbiamo già un buon ritmo. Quindi non è uno scherzo se dico che siamo già ben preparati per il weekend di gara qui tra due settimane. Ma negli ultimi due giorni, tutti i nostri avversari qui saranno ancora più veloci, perché la pista sarà in condizioni migliori. Quindi dobbiamo continuare a lavorare. Ma è una bella sensazione quando sei sempre al top”.

Per restare aggiornato sui Test in Qatar LEGGI QUI

Petrux continua a lavorare sia sul suo stile di guida che sul peso forma, per stressare meno il posteriore soprattutto in condizioni di asfalto bollente. “Abbiamo fatto 37 giri il primo giorno e ho usato solo una gomma media”, ha aggiunto il neo pilota Ducati. “La differenza di tempo tra pneumatici nuovi e usati non è molto grande in questo mix. Sono felice del mio ritmo. Mi sento più forte di un anno fa, è una buona cosa, perché ora mi aspettano podi e vittorie. Il miglior tempo di Sepang mi dà coraggio, so che ora possiamo lottare per i primi tre, forse anche per le vittorie. Ma i nostri avversari sono diventati più forti. Alcuni di loro non si preoccupano del risultato, ma si preparano per la gara. Di sicuro partiamo da una buona base – ha concluso Danilo Petrucci -. Ma vedremo la verità tra due settimane”.