Matteo Salvini ritorna sulla Tav: “Si farà, è solo questione di tempo”

0
92
(foto dal web)

Nel corso della trasmissione ‘Mattino 5‘, il vice premier Matteo Salvini è tornato sull’argomento Tav. “Non c’è alcun blocco della Tav, c’è solo una revisione del progetto con l’obiettivo di portare a termine il progetto“.

Faccio e farò tutto il possibile – ha aggiunto il vice premier- perché la Tav si faccia, il progetto può essere rivisto e si possono risparmiare dei soldi, ma il treno inquina meno e costa meno delle auto“.

Il Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiampartino ha dichiarato di voler indire una consultazione popolare riguardo alla tratta del Treno ad alta velocità Torino-Lione e lo stesso Salvini sì è detto “sempre e comunque favorevole ai referendum“.

Parlando invece del reddito di cittadinanza e della crisi mondiale che stanno attraversando tutti i paesi europei, Salvini ha espresso la convinzione di aver fatto tutto come si deve: “Abbiamo messo tutti i paletti possibili per evitare i furbetti e vedremo i fatti. Ma aiutare i 5 milioni di poveri e i 3 milioni di disoccupati è un atto di giustizia sociale. E’ giusto pensare agli imprenditori ma dobbiamo pensare anche a chi non ce la fa. Aiutare gli ultimi, i disoccupati, i dimenticati è un atto di giustizia di cui vado fiero“.

Salvini si è poi pronunciato sulla questione della lite tra migranti avvenuta in Sardegna, più precisamente a Sinnai in provincia di Cagliari.

Siamo a lavoro per espellere i finti profughi che arrivano per delinquere e portarci la guerra in casa. E soprattutto per evitare che altri ne arrivino. Siamo orgogliosi di aver fatto crollare gli sbarchi dei clandestini in Italia e in Sardegna” .

Come ministro garantirò la libertà e il diritto di un voto trasparente pacifico e democratico. Penso che sia l’ultimo degli interessi dei pastori e degli allevatori bloccare il voto di domenica, anche perchè ormai quasi ci siamo. In questi giorni hanno dimostrato tutti buon senso, quindi non penso che nessuno faccia qualcosa di strano domenica. Non è un appelloha concluso Salvini – è un grazie per come si sono comportati i pastori nei giorni scorsi e per come si comporteranno nei prossimi giorni”.