gabriele la porta morto magalli
Morto il giornalista Gabriele La Porta, il messaggio di cordoglio di Magalli (websource/archivio)

Il famoso presentatore tv dei programmi notturni della Rai, Gabriele La Porta, è scomparso. E di lui parla l’amico Giancarlo Magalli.

La scomparsa di Gabriele La Porta ha colpito in molti. Il giornalista era stato in passato direttore di Rai 2 ed anche responsabile dei programmi notturni della televisione di Stato. Con lui si era sempre dato ampio risalto alla cultura ed ai libri, e la cosa è stata sottolineata da Giancarlo Magalli. Il conduttore de ‘I Fatti Vostri’ ha voluto omaggiare il 73enne scomparso nelle scorse ore a causa di una malattia. E lo ha fatto scrivendo un bel messaggio sul suo profilo personale Facebook. “Vengo oggi a sapere che è scomparso Gabriele la Porta, uomo di cultura, ex conduttore del palinsesto notturno della Rai ed ex direttore di Rai 2. Nell’apprenderlo mi rendo conto che non ero al corrente del suo stato di salute e nemmeno di cosa si occupasse attualmente“.

LEGGI ANCHE –> Adriana Volpe, la ‘faida’ con Magalli rispunta in diretta – VIDEO

Gabriele La Porta, il messaggio di Magalli nasconde una triste verità

Il post di Magalli continua così: “Eppure è stato un uomo che ha lasciato parecchie tracce del suo lavoro. La sua signorilità e la sua intelligenza andavano di pari passo con la sua cultura ed una grande voglia di sperimentare. A Raidue lo ricorderemo come un ottimo direttore. Io lo ricorderò per avermi dato l’opportunità di condurre una rubrica di informazione libraria che piacque molto al pubblico. Andato via lui, di libri si è parlato più poco. Purtroppo.
Un abbraccio, Direttore”. Il messaggio ha raccolto interazioni di solidarietà e di affetto nei confronti di Gabriele La Porta. Di quest’ultimo sono sempre state elogiate l’intelligenza e la cultura. Ed anche il garbo e la professionalità, nonostante a volte eccedesse in zelo. Ma tutto questo non faceva altro che renderlo più simpatico ed apprezzato. E colpisce la parte finale del messaggio di Magalli: “andato via lui, di libri si è parlato di meno”. A testimoniare come la televisione sia diventato tutto fuorché un modo per istruirsi e per civilizzarsi.

LEGGI ANCHE –> Giancarlo Magalli: parole al veleno nei confronti di un collega