eredità ghigliottina
‘L’Ereità’, la concorrente manca la risposta alla Ghigliottina (websource/archivio)

Risposta mancata alla famosa ‘Ghigliottina’ a ‘L’Eredità’. La concorrente campionessa in carica ci riproverà oggi. E non manca l’ormai consueta gaffe.

Nella puntata di ieri de ‘L’Eredità‘ si è assistito all’ascesa di Ludovica Scoglio. Si tratta dell’ultima concorrente nel noto quiz show di Rai 1 capace di ottenere il titolo di campione in carica, almeno fino a quando qualche altro partecipante non riuscirà a spodestarla. Lei è originaria di Messina e ha 28 anni. Nella puntata di ieri è riuscita ad avere la meglio sugli altri concorrenti ricevendo i complimenti dal conduttore Flavio Insinna. Del quale è riuscita anche a suscitare la curiosità per via delle sue espressioni di dubbio evidente, che hanno divertito il presentatore romano, il quale ha provveduto più volte a rassicurarla. Giunta alla prova finale della famigerata ‘Ghigliottina’, Ludovica non è però riuscita a centrare il montepremi in palio, di ben 85mila euro. C’era da indovinare la parola misteriosa del giorno avendo come indizi i seguenti vocaboli ai quali ricondurla:“Unità”, “Goal”, “Passare”, “Legale” e “Ciak”. La siciliana, forse anche tentando la sorte, aveva scritto “Ora”. Ma il termine esatto era invece “Azione”.

LEGGI ANCHE –> L’Eredità, arriva l’ennesima gaffe: “Come si chiama tua suocera?”

L’Eredità, non è mancata la solita gaffe

Quest’oggi Ludovica Scoglio sarà ancora di scena a ‘L’Eredità’ e potrà riprovarci. Nel frattempo non è mancata un’altra gaffe, da parte del concorrente che sfidava proprio Ludovica Scoglio per accedere all’ultima fase del gioco. Ai ‘rigori’, che constano di cinque domande e risposte secche da alternare tra i due partecipanti, proprio come si farebbe in una finale ad oltranza di una partita di calcio, il contendente della messinese alla domanda “Come si chiama il poema che Giacomo Leopardi dedicò alla giovane Teresa Fattorini?”. L’uomo ha risposto, anche in questo caso poco sicuro: “La Vispa Teresa”. Si trattava però della celebre composizione ‘A Silvia’, che viene studiata in tutte le scuole e che rappresenta uno degli scritti più conosciuti del celebre poeta marchigiano.

LEGGI ANCHE –> L’Eredità, stavolta la gaffe è epica: “Come si chiamava Wharol?” – VIDEO