Bottas ammette: “Per ora Ferrari davanti a Mercedes”

0
105
Valtteri Bottas (©Getty Images)

F1 | Bottas ammette: “Per ora Ferrari davanti a Mercedes”

In effetti Valtteri Bottas dice il vero. Scorrendo le classifiche dei primi quattro giorni di test invernali della F1 al Montmelo, a balzare agli occhi è la costante presenza della Ferrari entro la top 5, così come quella della Mercedes in fondo al gruppo. Improvvisa debacle del team argenteo? Nient’affatto, ovviamente. Tutta tattica e piani di lavoro differenti rispetto alla concorrenza, ma per il momento al driver di Nastola è toccato rilevare di essere dietro alla Rossa.

Sembrano molto forti, e non credo che sia una questione di modalità motore o carico di carburante. Sono veloci, sia nei run corti che in quelli più lunghi. L’impressione è che per ora siano un po’ più avanti, anche se è impossibile quantificare vantaggi e ritardi. Siamo all’inizio, e credo che già a Melbourne tutti, noi compresi, saremo in pista con parti nuove. Però per adesso siamo dove siamo”, la lucida riflessione del finnico.

Passando poi a propri obiettivi personale, il 29enne è parso avere le idee chiare. “Il mio target è vincere il più possibile, per me stesso e allo stesso tempo per dare il massimo supporto alla squadra“, ha attaccato con determinazione. “Non dovrò sprecare più nessuna opportunità, che sia per un podio, per un successo o anche una singola situazione di gara. Ho bisogno di capitalizzare tutto, minimizzare gli errori e non cercare forzatamente di fare qualcosa di diverso da quello che so far bene”.

Rimasto scioccato dalla sfortunata foratura che gli ha gli ha negato il gradino più alto in Azerbaijan, e dall’ordine di scuderia ricevuto in Russia, il biondo ha voluto da subito dichiarare guerra ah Hamilton: “Non voglio ritrovarmi dietro Lewis, e farò di tutto per precederlo, intenzione che sa bene anche lui“, ha rilanciato. “È un gioco molto aperto, non ci sono trucchi. Sono sicuro che ci divertiremo anche se ci ritroveremo ruota contro ruota, ma senza dimenticare che dobbiamo sviluppare l’auto, e probabilmente questo aspetto nel 2019 sarà ancora più importante”.

Infine, snocciolando le caratteristiche tecniche dell’affascinante W10, Valtteri ha confidato: “Ho notato delle differenze in termini di comportamento dell’auto, ma credo che sia per effetto delle regole aerodinamiche. Ovviamente c’è molto lavoro da fare, ma è incoraggiante vedere che da subito abbiamo fatto progressi. Se invece parliamo di comportamento in curva, non è poi così diversa rispetto a quella del 2018, in generale c’è più drag, ma se guardiamo i tempi abbiamo la conferma di una certa equivalenza“.

Chiara Rainis