Alexander Albon (©Getty Images)

F1 | Test Barcellona 1, nuovo acuto della Toro Rosso

Dopo il miglior crono firmato da Daniil Kvyat mercoledì pomeriggio, la quarta e ultima giornata di test al Montmelo si è aperta con il tempone dell’altro pilota Toro Rosso Alexander Albon. L’inglese, in pista con le griglie di rilevamento e pittura fluo, si è dimostrato il più bravo a sfruttare la gomma C5 e nelle battute conclusive ha piazzato un 1’17″637 decisivo per la vetta della classifica provvisoria.

Alle sue spalle Daniel Ricciardo con la Renault che ha fermato il cronometro sull’1’17″785, aiutato dalle C4. Terzo Lewis Hamilton su Mercedes con il tempo di 1’17″977. Per il 5 volte iridato un momento brivido quando ha rischiato di tamponare Kubica, che procedeva lentamente davanti a lui.

Quarto posto per la Ferrari di Charles Leclerc. Il monegasco ha coperto ben 75 giri, con un best time personale 1’18″046, e ha lavorato sull’aerodinamica girando con i sensori posteriori.
Quinto con un 1’18″511 Antonio Giovanizzi. Il pilota Alfa Romeo è stato vittima di un paio di testacoda innocui.

Sesto Romain Grosjean con la Haas. Primo a scendere in pista e primo a segnare il tempo, il ginevrino si è fermato sull’1’18″563.

Settimo con un 1’19″495 Pierre Gasly su Red Bull, quindi Lando Norris su McLaren con un 1’19″543, protagonista di una strana uscita sulla ghiaia non appena entrato in azione con le griglie e dunque autore della prima e unica bandiera rossa della mattinata. Per questo motivo, il britannico ha completato appena 41 tornate.

Seguono Lance Stroll, finito in spin senza conseguenze, ma molto lontano con la sua Racing Point dai primi visto il tempo di 1’20″026.

Peggio di tutti ha fatto Robert Kubica, il qualche pur avendo coperto con la Williams FW42 48 tornate focalizzate soprattutto sull’aerodinamica, non è andato oltre l’1’21″542.

Chiara Rainis