Superbike, Davies: “Test travagliati, ma in gara andrà meglio”

0
120
Chaz Davies Ducati Superbike SBK 2019
Chaz Davies (©Getty Images)

Superbike 2019: Davies alla ricerca del miglior feeling con la Ducati Panigale V4 R.

Nel box del team Aruba Racing Ducati la situazione dei due piloti è differente. Da una parte c’è un Alvaro Bautista che sta prendendo sempre più confidenza con la Panigale V4 R e fa tempi interessanti, dall’altra c’è un Chaz Davies che ancora non riesce ancora a sfruttare il potenziale della sua moto.

Non c’erano dubbi sul fatto che lo spagnolo si sarebbe rivelato veloce anche nel campionato mondiale Superbike. In MotoGP ha fatto bene e pertanto ci si aspettava di vederlo competitivo pure nella nuova categoria. Invece ci si attendevano meno difficoltà da parte di un veterano della SBK come il gallese. Vero che il suo lavoro è stato ostacolato anche da problemi fisici, ma ce lo si immaginava più vicino al compagno.

Superbike 2019, Davies vuole stupire a Phillip Island

Davies al sito ufficiale Aruba Racing ha rilasciato le seguenti impressioni dopo i due giorni di test in Australia: “Non siamo ancora dove vogliamo essere. Nel Day-2 al mattino abbiamo fatto qualche progresso ed ero abbastanza soddisfatto. Nel pomeriggio invece volevamo provare qualcos’altro ma siamo tornati al set-up che conoscevamo perché non avevo molto feeling. Dobbiamo analizzare bene i dati per arrivare alle prime prove di venerdì con un assetto di base più soddisfacente. Anche lo scorso anno abbiamo avuto dei test travagliati. Ma poi in gara sono stato molto più competitivo. Continueremo a lavorare duramente per preparare nel migliore dei modi il weekend”.

Chaz è un “animale da gara”, dà il proprio meglio quando deve battagliare corpo a corpo con i propri avversari in pista. Ovviamente diventa fondamentale fare delle buone Qualifiche per non partire troppo indietro. Il gallese deve sfruttare al meglio le Prove Libere per essere efficace nella sessione di Superpole. Andare oltre la terza fila rischia di essere troppo penalizzante, soprattutto in un tracciato come quello di Phillip Island esigente con le gomme.

Certamente Davies proverà a ridurre il gap che attualmente lo separa dai rivali. E’ un pilota di grande esperienza e può riuscire ad essere competitivo anche sulla Ducati Panigale V4 R. La velocità del compagno Bautista gli mette un po’ di pressione, ma essa può essere positiva e spingerlo a migliorare in tempi brevi. Se anche i fastidi alla schiena scompariranno completamente, il vice-campione WorldSBK 2017 e 2018 potrà lavorare al 100% per giocarsi le posizioni che contano maggiormente. E’ in arrivo il Gran Premio d’Australia, che inaugura il campionato 2019, e il rider gallese farà di tutto per essere della partita.

 

Matteo Bellan