Binotto dopo lo stop di Vettel: “Nulla di cui preoccuparsi”

0
405
Mattia Binotto (©Getty Images)

F1| Binotto dopo lo stop di Vettel: “Nulla di cui preoccuparsi”

Tornato al box con circa un’ora e mezzo di anticipo rispetto alla concorrenza nel pomeriggio della terza giornata al Montmelo Sebastian Vettel come il resto della Ferrari non ha manifestato particolare agitazione.

Alzato il piede sul rettilineo principale mentre stava affrontando il giro 134, il tedesco è rientrato inaspettatamente in garage e chiuso il paravento non si è fatto più vedere, a quanto pare per alcune operazioni di controllo che dovevano effettuare i tecnici.

Nessun problema“, si affrettava a dire il boss Mattia Binotto, alla poca stampa autorizzata ad entrare in pit lane nel corso delle prove. “Perché, mi vedete preoccupato?“, la domanda retorica ed evasiva sulla motivazione della doccia anzitempo del #5, che tra l’altro ha lavorato molto sull’aerodinamica girando con i tubi di Pitot e con le consuete griglie di rilevazione.

Dal canto suo il driver di Heppenheim che ha girato in prevalenza con gomme C3 gialle segnando come miglior crono (quarto complessivo) un 1’18″350 ha dichiarato a fine sessione: “È stato bello salire di nuovo in macchina e macinare altri chilometri. Sono stati due turni molto intensi, ma siamo contenti perché abbiamo completato il nostro programma, che includeva alcuni nuovi elementi rispetto a lunedì”.

Abbiamo provato varie soluzioni, anche concentrandoci sul set up, e non posso che confermare l’impressione positiva che ho avuto il primo giorno. Con 303 giri all’attivo, mi sento di dire che siamo soddisfatti di come procede lo sviluppo della monoposto”, ha aggiunto sorridente.

Per Vettel l’appuntamento con la SF90 è per la prossima settimana quando si chiuderà l’inverno della F1. Questo giovedì in azione ci sarà il giovane Charles Leclerc, che già nel debutto di martedì ha particolare impressionato, per passo, costanza e assenza di errori, non fosse per un innocuo testacoda alla penultima curva.

Chiara Rainis