Lewis Hamilton: “Sebastian Vettel in testa? Buon per lui”

0
270
(Lewis Hamilton Twitter)

F1 | Lewis Hamilton: “Sebastian Vettel in testa? Buon per lui”

Come inizio non  è stato dei più scoppiettanti. Anonimo quasi da fondo gruppo martedì, Lewis Hamilton non ha comunque buttato via quanto fatto nei primi test al Montmelo, anzi si è dimostrato quasi indispettito davanti a chi gli ricordava che da lunedì la Ferrari è stata imbattibile.

Vettel in testa anche oggi? Buon per lui“, ha buttato lì. “C’era da aspettarselo. Negli ultimi anni sono stati forti, quindi…In ogni caso dovrò stare attento anche a Bottas. Dopo una fase di conoscenza del team adesso è cresciuto. Con lui lavoro molto bene, come mai mi è capitato con un compagno di squadra“.

Passando poi all’aspetto tecnico e alla nuova ala anteriore che avendo meno aerodinamica dovrebbe regalare più spettacolo in pista, il 33enne ha considerato:  “In realtà mi sembra che la situazione non sia cambiata molto. Vedremo come sarà nei GP.  Speriamo consenta di avere più duelli“.

Alla domanda su quali siano i punti su cui bisogna focalizzarsi in fase di test, il driver di Stevenage ha spiegato: “Quando provi per la prima volta una macchina devi stare attento a tutto. Di solito non ha bilanciamento, quindi devi trovare un compromesso. Devo dire che non ho notato una gran differenza rispetto a quella del 2018“.

Poi  sulle parole di Toto Wolff che ha definito la SF90 più veloce di mezzo secondo della SF71-H Ham ha detto: “Vedremo, non sono cosa stanno facendo loro, o con quanto carburante stiano girando. Io mi sono concentrando su me stesso. Probabilmente nella sessione della prossima settimana capiremo qualcosa di più. Certo il Cavallino sembra davvero competitivo e ha già coperto un buon chilometraggio”.

Infine sulla sua forma fisica ha concluso: “Non è il massimo saltare i pasti per non pesare troppo sulla macchina, dunque grazie al nuovo regolamento in effetti adesso mi sento meglio perché posso mangiare diversamente“.

Hamilton non ha voluto sbilanciarsi in previsioni sulla sua stagione, ma si è comunque definito curioso di vedere in azione i giovani come Russell, Albon e Norris.

Chiara Rainis