Lasciati sull’asfalto: uomo confessa l’accaduto

0
85
Ambulanza
Ambulanza

In una frazione di secondo, le vite di due giovani sono state spezzate sulla strada. Le vittime viaggiavano a bordo di uno scooter dopo una serata trascorsa insieme, quando hanno impattato contro un’automobile. Il conducente del veicolo li ha lasciati sull’asfalto.

In un drammatico incidente stradale questa notte la vita di due ragazzi di 16 e 17 anni è stata spezzata. L’incidente è avvenuto a Noto, comune in provincia di Siracusa, su una strada vicina al centro del comune; le due vittime viaggiavano a bordo di uno scooter che, secondo una prima ricostruzione effettuata dagli agenti di polizia,sarebbe finito contro un’automobile. Sul luogo sono intervenuti, insieme alle forze dell’ordine, i sanitari del 118 del comune siciliano, ma per i due giovani non c’è stato nulla da fare ed i medici hanno potuto solo costatarne il decesso.

Chi erano le vittime e cosa è accaduto

Due giovani ragazzi minorenni, Manuel Petralito e Gabriele Marescalco rispettivamente di 16 e 17 anni, hanno perso la vita in un tragico incidente verificatosi durante la scorsa notte a Noto, in provincia di Siracusa. I due ragazzi, entrambi di Noto, stavano rientrando a casa dopo una serata trascorsa insieme a bordo di uno scooter, quando hanno impattato intorno alle 3 di notte un’auto in via Montessori. Dopo l’incidente, secondo una prima ricostruzione degli agenti di Polizia, l’automobile coinvolta nel sinistro si sarebbe allontanata, lasciando i due ragazzi sull’asfalto. Sul posto sono giunti i soccorritori del 118 che hanno potuto solo costatare il decesso dei due giovani a bordo dello scooter, morti per le gravi lesioni provocate dall’impatto. Il conducente del veicolo, una Volkswagen Golf, che viaggiava insieme al proprio fratello, si è costituito stamane alle forze dell’ordine. L’uomo alla guida, un trentenne, è ora accusato di omicidio stradale e omissione di soccorso, mentre l’altro di omissione di soccorso. Le dinamiche del sinistro sono ancora in fase di ricostruzione da parte degli investigatori del commissariato di Noto. La morte dei due ragazzi ha lasciato incredula l’intera comunità di Noto ed oggi il sindaco del comune Corrado Bonfanti ha voluto esprimere il proprio cordoglio sulla propria pagina Facebook sulla quale ha postato il seguente messaggio: “Nel giorno dell’ascesa al cielo del nostro amato San Corrado, due giovani figli di Noto, a causa di un tragico incidente stradale, hanno lasciato la vita terrena per presentarsi davanti al trono dell’Altissimo. La città tutta li piange, unendosi al dolore delle famiglie Petralito e Marescalco e dei loro parenti, nella preghiera al nostro Santo protettore. Possa San Corrado stringerli a se con il suo abbraccio paterno, intercedendo per loro affinché possano essere accolti in Paradiso”.