Wanda Nara
Wanda Nara (Getty Images)
Non accenna a placarsi la bufera che ha investito Wanda Nara a seguito delle sue ultime dichiarazioni riguardanti la posizione del marito Mauro Icardi.
Ormai le conversazioni calcistiche sembrerebbero essersi monopolizzate su un unico argomento: il rinnovo di Mauro Icardi con l’Inter. A tenere alta l’attenzione e ad incuriosire i tifosi, però, è più il comportamento della moglie nonché agente del fenomeno argentino, Wanda Nara. L’ex modella argentina, fra un post su Instagram ed un ospitata in TV, riesce sempre a canalizzare su di sé l’attenzione e a far passare la questione del rinnovo del marito con l’Inter in secondo piano. Wanda Nara, ospite fissa di Tiki Taka programma condotto da Pierluigi Pardo in onda su Italia1, di recente ha sollevato un nuovo polverone: tolti i pesanti panni di agente ha voluto commentare la scelta della società nerazzurra di togliere al marito la fascia di capitano per consegnarla ad Handanovic. Questa “intromissione” non è stata per nulla gradita dalla “vecchia guardia“: ex campioni si sono scagliati contro l’argentina e si sono espressi sul modo di gestire la vicenda, rimproverando alla donna di creare, con le sue dichiarazioni, delle rotture all’interno dello spogliatoio del marito.

Gli ex campioni si sbottonano: parlano Costacurta e Marocchi

Non si sono risparmiati gli ex signori del calcio che oggi, complice l’età, hanno appeso le scarpette al chiodo per dedicarsi alla televisione. Opinionisti autorevoli e grandi campioni che questa volta non ci hanno pensato su due volte prima di muovere un gran rimprovero a Wanda Nara. La donna è stata accusata di distruggere con le sue dichiarazioni l’equilibrio di uno intero spogliatoio. L’ex  centrocampista, Giancarlo Marocchi è stato forse il più diplomatico: “E’ importante che la moglie esca dallo spogliatoio“, dice riferendosi alla moglie di Icardi, invitandola a non intromettersi all’interno di dinamiche estranee al suo ruolo. Sicuramente più aggressivi i toni di Costacurta, che non sono stati di certo graditi da quella parte di pubblico femminile appassionato di calcio che segue assiduamente programmi sportivi. “In questi casi – afferma l’ex rossonero- io vado da mia moglie e le dico: non devi parlare dei miei compagni così. Altrimenti ti caccio di casa“.