Guerriglia urbana: stranieri seminano il panico- VIDEO

0
64
Polizia
Polizia (foto dal web)

Un gruppo di stranieri la scorsa notte si è reso protagonista di disordini a Ferrara rovesciando cassonetti e lanciando bottiglie. Sull’accaduto è intervenuto anche il Ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Durante la scorsa notte si è scatenata una guerriglia a Ferrara, in zona Gad che ha visto il lancio di bottiglie, vetri rotti e alcuni bidoni dell’immondizia rovesciati. La rivolta, i cui protagonisti sono un gruppo di stranieri, è scattata a seguito di un incidente stradale nel quale un cittadino nigeriano di 28 anni è stato travolto da un’autovettura, mentre era inseguito dai carabinieri. Dopo il sinistro, una cinquantina di stranieri sono giunti in viale Costituzione per dar vita ai disordini, credendo che il 28enne fosse morto. La folla è stata poi calmata grazie anche all’intervento di un mediatore culturale il quale ha spiegato agli autori dei disordini che il 28enne nigeriano si trovava in ospedale in condizioni non disperate.

Guerriglia a Ferrara, Salvini: “Sarò presto in città per mettere un po’ di cose a posto”

A Ferrara la scorsa nota si sono registrati dei disordini in viale Costituzione, in zona Gad, un’area nota per episodi di spaccio e violenza, nei pressi della stazione ferroviaria della città. A dar vita alla guerriglia urbana è stato un gruppo formato da circa una cinquantina di stranieri a seguito di un incidente stradale nel quale era rimasto ferito un nigeriano di 28 anni. A travolgere il 28enne era stata un’auto mentre l’uomo era inseguito dai militari dell’Arma dei Carabinieri. Il nigeriano è stato subito soccorso dai sanitari del 118 e trasportato in ospedale in condizioni di media gravità. Qualche minuto dopo, intorno alle 20:30, nelle strade adiacenti alla stazione si è riversato un gruppo di 50 stranieri, tra i quali si era sparsa la voce che il 28enne nigeriano investito fosse morto perché travolto da una pattuglia dei Carabinieri. Il gruppo ha iniziato ad urlare, rovesciare cassonetti e lanciare bottiglie creando il panico nella zona. Sul luogo dei disordini sono intervenuti la Polizia, i militari dell’Arma e l’Esercito che si trovava di servizio all’interno della stazione. La rabbia del gruppo è stata calmata grazie anche all’intervento di un mediatore culturale che ha spiegato la situazione e le reali condizioni del 28enne travolto, poi denunciato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio poiché ritrovato in possesso di una piccola quantità di droga. I Carabinieri adesso stanno indagando per rintracciare ed identificare gli autori dei disordini che hanno messo a soqquadro la zona. L’accaduto è stato commentato dal Ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini che su Facebook ha postato un video di qualche istante dopo i disordini accompagnato dal seguente messaggio: “NON LO VEDRETE NEI TIGÌ, DIFFONDETELO VOI IN RETE, Video pazzesco, roba da matti! Notte di GUERRIGLIA a Ferrara: band di nigeriani hanno rovesciato cassonetti, creato disordini, minacciato e accerchiato i Carabinieri. Grazie alle Forze dell’Ordine per la professionalità dimostrata, che ha evitato il peggio. Sarò presto in città per mettere un po’ di cose a posto”.