RC Auto, attenzione alle compagnie truffa

0
99

rc auto truffaRC Auto, attenzione alle compagnie truffa

Una grande giungla telematica. Possiamo riassumere così la situazione che molti si trovano ad affrontare quando sottoscrivono una polizza auto o moto tramite una compagnia assicurativa online. Alzino la mano coloro che non vanno più dall’assicuratore in carne ed ossa ma, giustamente, cercano di ottenere degli sconti sulla polizza ricorrendo alle compagnie assicurative online. Buona pratica, certo, che può far risparmiare, e non poco, ma bisogna prestare molta attenzione alle compagnie truffaldine.

L’ultima segnalazione arriva dall’IVASS, l’Istituto di Vigilanza per le Assicurazioni, che mette in guardia riguardo le compagnie denominate directlinecerca.com, carinsurance2000.it e assicuratriceunione.it.

Come salta subito all’occhio queste compagnie, i cui siti sono stati già chiusi, facevano leva su una fortissima somiglianza a compagnie realmente esistenti, conosciute e fidate. Fino a poche ore fa era ancora online un’ulteriore compagnia-fantasma, la assicurazionifast.com. Fortunatamente anche questo sito è stato prontamente oscurato e neutralizzato.

Per tutte le news sul mondo auto LEGGI QUI

Perché certe compagnie sono una truffa? E come raggiravano i clienti?

Le compagnie succitate e quelle della stessa schiera rappresentano delle truffe poiché non esistono in quanto tali, non sono iscritte nei registri delle compagnie abilitate e, cosa più grave, non assolvono al loro compito nel momento in cui si verifica un sinistro.

Spesso compagnie del genere, che spuntano in rete come funghi, attirano i malcapitati con premi molto convenienti: tuttavia ci sono di solito dei campanelli d’allarme che ce le possono far scovare in anticipo, o possiamo effettuare dei controlli incrociati per verificare l’effettiva esistenza della compagnia e i suoi requisiti per operare sul mercato.

Occhio ai numeri di telefono e ai metodi di pagamento

Questi siti sono sovente gestiti da organizzazioni criminali e se malauguratamente si versano loro dei soldi, sarà molto difficile se non impossibile riaverli indietro.

Diffidare assolutamente di quelle assicurazioni che propongono un numero di cellulare come contatto al posto di un numero verde. Allo stesso modo, c’è da stare alla larga da quelle che chiedono ricariche di carte di credito prepagate o bonifici su conti correnti con denominazioni sospette.

Buona regola sarebbe effettuare dei controlli incrociati sul registro degli intermediari abilitati nel nostro paese, consultabile sul sito dell’Ivass oppure telefonare al numero verde messo a disposizione dalla stessa autorità, 800 486 661 che risponde dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 14.30.

Daniele Mancin