Parla la madre della bimba picchiata: “Io lo amo, lui è la mia vita”

0
25859
Ospedale Pediatrico Bambino Gesù
Ospedale Pediatrico Bambino Gesù (foto dal web)

La madre della piccola bambina di 22 mesi picchiata dal compagno e ridotta in fin di vita ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano Il Messaggero.

Nella notte tra il 13 ed il 14 febbraio un ragazzo di 25 anni ha aggredito la figlia della compagna di soli 22 mesi. La bambina adesso si trova ricoverata in gravi condizioni presso l’ospedale Bambino Gesù di Roma. Il 25enne, arrestato dalla Polizia, agli agenti ha raccontato di essere stato colto da un raptus perché la bimba piangeva troppo. A parlare di quanto accaduto è la madre della piccola e compagna dell’aggressore che ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano Il Messaggero.

Parla la madre della bimba di 22 mesi picchiata dal compagno: “Dovevamo sposarci ad aprile”

Sua madre mi ha spiegato che è malato, ha una specie di schizofrenia. Io lo amo, ma non so se riesco a perdonarlo“. Cosi esordisce la madre della piccola bimba picchiata dal suo compagno che adesso è ricoverata in ospedale in gravi condizioni. La donna, che ha rilasciato un’intervista alla redazione de Il Messaggero, ha poi ammesso: “So cosa penseranno tutti di me, che sono una madre disgraziata, ma lui è la mia vita. E’ giusto che sia in carcere, ma devono aiutarlo perché lui non vuole prendere le medicine. Io comunque non lo abbandono“. Soffermandosi sulla relazione con il proprio compagno Sara ha dichiarato: “Lo conosco solo da due mesi, dovevamo sposarci ad aprile. Si arrabbia spesso, sbotta, poi si pente ma io non mi arrabbio, lo lascio sfogare. Non ha mai alzato le mani su di noi, a parte qualche sculacciata o rimprovero. Ci tiene all’educazione ma io ho sempre permesso alle bambine di fare come vogliono, insomma ogni tanto fanno cadere qualcosa quando rovistano nei cassetti e lui si arrabbia“. Parlando della tragica notte in cui il compagno ha picchiato la figlia, la donna racconta: “Mi ha telefonato e detto che dovevo correre a casa perché la bambina aveva perso i sensi all’improvviso dopo aver bevuto dell’acqua e vomitato“. Infine la donna conclude in lacrime: “Noi ci amiamo e con le bambine siamo felici, dormiamo tutti in una stanza e ci vediamo la televisione sul lettone. Non ci credo. Cosa mi è successo? Non so se vivrà, sperso di sì, prego per lei. Mi hanno preso le bambine (le altre due figlie della donna la gemella della vittima e un’altra di 5 anni), sto aspettando notizie. Ho paura del mio ex, un pregiudicato, mi ha preso a coltellate, è violento, vuole le bambine. Vive a Roma ed è arrabbiatissimo. Non le vede da 4 mesi, sono terrorizzata“.

Leggi anche —> L’orrore si ripete: vittima una bimba di soli 22 mesi