Fernando Alonso (©Getty Images)

F1 | Fernando Alonso possibile pilota di riserva McLaren

C’era una volta un due volte campione del mondo, che dopo essersi ritirato in pompa magna dal Circus ci ritornava, ad appena qualche mese di distanza, dalla porta di servizio. Questo è quella che potrebbe essere la storia Fernando Alonso, dato secondo alcune indiscrezioni come prossimo driver di riserva dalla McLaren.

Legato ancora al marchio di Woking per i prossimi impegni ad Indianapolis, in particolare alla 500 Miglia in programma il 26 maggio, il Samurai potrebbe rivelarsi l’unica risorsa disponibile per la squadra.

Perché Alonso dovrebbe tornare – La risposta è essenzialmente una. Il brasiliano della F2 Sergio Sette Camara, entrato a far parte del gruppo di talenti in erba svezzati dalla scuderia inglese, non sarebbe in possesso della super licenza necessaria per sedersi nell’abitacolo di una F1, mentre Nick De Vries, già membro dei Junior e potenzialmente in grado di fare il terzo pilota, non sarebbe di gusto al CEO Zak Brown.

Fernando fa tutt’ora parte del nostro team per il progetto Indy“, ha sottolineato il direttore generale della scuderia. “Il piano piloti è gestito da Gil de Ferran e attualmente abbiamo sul tavolo diverse opzioni. Credo che l’annuncio arriverà a breve, ma mi pare ve ne siano diversi utili per questo ruolo“.

Sull’evasivo andante l’americano si è mostrato anche davanti alla possibilità di rivedere Alo in pista al Montmelo tra una manciata di giorni, malgrado Carlos Sainz e ancor di più il debuttante Lando Norris, avrebbe bisogno di macinare chilometri con la nuova MCL34.

Al momento stiamo prendendo i test giorno per giorno. Ci stiamo focalizzando sulla formazione ufficiale, tuttavia ogni volta che ci si affaccia al pre-stagione, e si lavora sull’affidabilità piuttosto che sulla performance ci si prepara una scaletta che può variare man mano“, ha concluso non escludendo quindi una chiamata all’asturiano per avere qualche dritta per lo sviluppo dell’auto.

Chiara Rainis