Tafferugli alla Camera, il Pd contro il presidente Fico

0
43

Seduta sospesa alla Camera dei Deputati nel corso dell’esame della proposta di legge costituzionale sul referendum, a causa di alcuni tafferugli avvenuti durante la seduta.

Alcuno deputati del Pd hanno infatti preso d’assalto il banco del presidente della Camera Roberto Fico per la mancata espulsione di Giuseppe D’Ambrosio che avrebbe fatto il gesto delle manette ad un deputato del Pd, Gennario Migliore.

Tra fogli lanciati in faccia al presidente e sedie che volavano, i deputati del Partito democratico si sono tutti fiondati addosso a Fico che è stato aiutato dai commessi che hanno posto fine all’aggressione capitanata da Emanuele Fiano che ha urlato: “Se non si scusa o non lo espelle noi abbandoniamo l’Aula“.

Nonostante un primo affievolimento delle proteste, durante l’uscita dalla Camera dei deputati del Pd, un “arrivederci” del presidente Fico avrebbe fatto riaccendere gli animi dei protestanti.