Formula 1 2019: cosa cambierà (davvero) con il nuovo regolamento

0
251
Lewis Hamilton prova la Mercedes 2019 di F1 (Foto Mercedes)
Lewis Hamilton prova la Mercedes 2019 di F1 (Foto Mercedes)

F1 | Formula 1 2019: cosa cambierà (davvero) con il nuovo regolamento

L’unica certezza è che il nuovo regolamento tecnico è destinato a cambiare il volto della Formula 1 2019. In che modo, resta tutto da vedere. Basti pensare ai commenti di segno completamente opposto che hanno scatenato tra i top team. Mentre il boss della Mercedes, Toto Wolff, lamenta che “hanno cambiato le regole per danneggiare la squadra che domina”, il plenipotenziario della Red Bull Helmut Marko sostiene invece che “sarà la Mercedes ad essere avvantaggiata, perché prima facevano più fatica a superare quando i ritrovavano in scia”. E vai a capire chi ha ragione.

Se sei interessato a tutti gli aggiornamenti sulla Formula 1 2019 CLICCA QUI

Ali rinnovate per la Formula 1 2019

L’influenza di questa aerodinamica inedita sui risultati della Formula 1 2019 dipenderà però soprattutto da quanto saranno stati bravi gli ingegneri delle varie scuderie ad interpretarli nei loro progetti delle nuove monoposto. Un compito tutt’altro che semplice: la stessa Red Bull ha confermato che lo sviluppo è costato ben 15 milioni di dollari e i tecnici, dal canto loro, sono stati costretti ad un superlavoro al computer e al simulatore. “Un cambio di regole relativamente piccolo ha avuto un impatto enorme”, svela il direttore tecnico della Racing Point, Andy Green, alla rivista inglese Autosport. “Quando abbiamo messo la macchina in galleria del vento per la prima volta, qualche mese fa, ci siamo resi conto che il suo bilanciamento era pessimo e che aveva perso qualche secondo al giro: il risultato peggiore possibile. Poi abbiamo cercato di trovare una via d’uscita”. Ci è voluto molto tempo per riuscirci, visto che alcune squadre, Racing Point compresa, non hanno ancora definito completamente le forme del telaio anche ora che mancano pochi giorni all’inizio dei test invernali di Formula 1 2019. “Speriamo almeno che abbia degli effetti positivi sullo spettacolo delle corse”, conclude l’ingegner Green.

E i piloti hanno idee diverse

Già, perché in fondo l’obiettivo primario di questo nuovo regolamento era proprio quello di aumentare i sorpassi. Ma sarà davvero così? Anche su questo punto gli addetti ai lavori sono piuttosto divisi. Tra gli scettici ci sono alcuni piloti come Max Verstappen: “Non credo che le corse miglioreranno, perché le macchine hanno troppo carico aerodinamico e sono troppo larghe”, è la sentenza del giovane portacolori della Red Bull. Nemmeno sull’eventualità che le squadre di centro classifica possano approfittare di questo sparigliamento delle carte per recuperare un po’ di distacco dal vertice sembra serpeggiare troppo ottimismo: “Onestamente non so se i team come il nostro avranno una chance, o se i top team cresceranno ulteriormente perché hanno più risorse”, si chiede Nico Hulkenberg. Alettoni a parte, però, le nuove regole consentono anche di imbarcare 5 kg di benzina in più nel serbatoio, e almeno questo aspetto una conseguenza positiva dovrebbe averla: “Non saremo più costretti a guidare al risparmio, come è capitato un paio di volte l’anno scorso, in modo piuttosto ridicolo”, commenta Kevin Magnussen. Chi applaude il cambiamento, chi mastica amaro; chi è contento, chi meno: la confusione, per ora, regna sovrana, sotto il cielo della Formula 1 2019.

Fabrizio Corgnati