(©Mercedes Official)

F1 | Wolff: “Imbarazzante cambiare le regole per fermare la Mercedes”

Non appena presentata la nuova Mercedes W10, dal look ancora più aggressivo e bello della vincente W09, Toto Wolff cala il carico da 90 prendendosela con la FIA.

Il boss generale della scuderia di Stoccarda non ha gradito la revisione del regolamento imbastita in fretta e furia nel corso del 2018 per tentare di fermare l’ennesima cavalcata argentea, regina finora dell’era ibrida, tramite una riduzione importante dell’impatto dell’aerodinamica.

“Lo spazio d’aria si sta restringendo”, ha dichiarato a Motorsport-Total.com utilizzando una metafora. “Quando una squadra domina, le regole vengono cambiate giusto per danneggiarla. E’ qualcosa a mio avviso di imbarazzante. Modificando i dettami aerodinamici hanno in pratica cercato di alterare le forze in campo. Nulla di inedito visto che era già stato fatto in passato con Ferrari e Red Bull. Ad ogni modo noi restiamo motivati“.

Con tono di sfida alla Federazione il manager austriaco ha quindi aggiunto: “Il nostro lavoro diventa più complicato ogni anno che passa. Infatti, il riferimento che abbiamo fissato rappresenta quasi un boost per la concorrenza. Siamo dunque consapevoli della forza degli altri e della possibilità che nel 2019 il titolo ci possa sfuggire“.

Nelle prossime ore sul circuito di Silverstone la Mercedes muoverà i primi passi. E’ infatti previsto un filming day con 100 km da coprire a mo’ di shakedown, prima di partire per Barcellona dove da lunedì le Frecce d’Argento saranno impegnate nei primi test invernali.

Siamo più desiderosi che mai di cominciare l’attività al Montmelo, per capire dove sia rispetto ai dati emersi dalle simulazioni e per vedere se davvero ciò che abbiamo previsto verrà confermato dalla pista. Ci focalizzeremo su noi stessi, acquisendo pian piano la performance, nella speranza di essere pronti per quando inizierà la vera competizione, ossia il GP di Melbourne“, ha concluso combattivo il viennese.

Chiara Rainis