Mercedes (©Getty Images)

F1 | Mercedes punta su una nuova arma per battere la Ferrari

Ormai siamo agli sgoccioli del countdown. Alle 10 di mercoledì mattina scopriremo finalmente come sarà la nuova Mercedes che proverà ancora una volta a beffare la concorrenza in F1, Ferrari in testa.

A quanto pare, tra le mani di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, ci sarà un bolide ad altissima tecnologia. Sì, perché in uno sport dove a contare sono i più piccoli dettagli, chi punta a vincere, non può non mettersi a studiare tutte le maniere possibili per tentare di distinguersi in meglio rispetto agli altri.

L’innovazione di Stoccarda – Cosa si è inventata dunque la scuderia tedesca? Ebbene, in collaborazione con la Mahle ha creato un nuovo tipo di pistone per rendere ancora più potente una power unit già dominante da quando è nata l’era dell’ibrido. Questo motore di fresca progettazione dovrebbe essere mantenuto dal team fino al 2021, anno della prevista rivoluzione tecnica che dovrebbe cambiare alla radice la F1.

Per arginare la crescita del Cavallino il gruppo di tecnici diretto da Andy Cowell è partito dall’unita che tanti successi ha regalato alla squadra ma che ultimamente stava peccando di affidabilità e lo ha rafforzato sfruttando materiali innovativi. In realtà, è bene specificare, che anche a Maranello hanno scelta la medesima strada e sviluppato delle nuove leghe grazie all’additive manufactoring che di fatto ha incrementato le chance di sviluppo dei vari elementi.

Il miglioramento del grado di performance dipende innanzitutto dall’elevata resistenza della struttura e alla diminuzione dei pesi,  tuttavia, come abbiamo detto, i motoristi di Brixworth hanno voluto fare di più concentrandosi pure sulla camera di combustione con l’obiettivo di garantirsi anche un millesimo di prestazione in più e lo hanno fatto studiando assieme alla Mahle, fornitore germaniche che già lavora con la Rossa, un innovativo pistone che scopriremo non appena verrà svelata la W10.

Chiara Rainis