(©Ferrari Twitter(

F1 | Ecco tutte le novità Ferrari in vista della presentazione

In attesa di scoprire, questo venerdì alle 10.45, il look della nuova Rossa, voci da Maranello stanno cominciando a delineare quali saranno le pedine importanti del box, a partire dagli ingegneri di pista.

E’ evidente che la promozione dell’ex capo tecnico Mattia Binotto a ruolo di dirigente del team abbia portato a delle modifiche e degli spostamenti a livello di organigramma. Il primo e più importante quello del posizionamento del coordinatore Jock Clear al fianco del giovane Charles Leclerc. Una mossa ovviamente orientata a compensare l’alto livello di inesperienza del monegasco, acerbo e reduce da solo una stagione in F1 con la piccola Alfa Romeo Sauber, visto che il britannico ha nel suo curriculum il mondiale 1997 con Jacques Villeneuve e una militanza costruttiva in Mercedes come spalla di Michael Schumacher, Lewis Hamilton e Nico Rosberg.

Nulla di nuovo invece per quanto riguarda la parte del garage di Sebastian Vettel. Il tedesco dovrebbe continuare a lavorare con Riccardo Adami che lo segue dal 2015, ossia dal suo ingresso al Cavallino. Nessuna novità neppure per i suoi riferimenti relativi dalla power unit.

Per quanto riguarda il nuovo acquisto di provenienza FIA Laurent Mekies, oltre a seguire la Driver Academy si occuperà anche dell’interpretazioni degli astrusi regolamenti tecnici e sportivi.

La Haas lascia il simulatore Ferrari

Pur avendo di recente rassicurato tutti che il legame con la Rossa resterà forte anche nel 2019, è news di queste ore che la scuderia americana non utilizzerà più il simulatore di Maranello, bensì quello della Dallara.

Finora abbiamo potuto accedervi durante la settimana, ma a noi interesserebbe farlo anche nei weekend di gara, ecco perché abbiamo deciso di appoggiarci ad altri“, ha confidato il manager Gunther Steiner al giornale danese BT. “Ci vuole del tempo per configurare e fissare i parametri di un sistema del genere, dunque creod che non potrebbe usarlo prima della quinta o sesta corsa in programma“.

Sul fronte Scuderia i collaudatori addetti al simulatore saranno l’ex Toro Rosso Brendon Hartley, l’attuale driver Mahindra FE Pascal Wehrlein, Antonio Fuoco della F2 e Davide Rigon del GT.

Chiara Rainis